Articoli

Dolce e salato insieme, ma anche menta e cioccolato che si incontrano, la nostra ricetta di oggi è un mix di sapori e contrasti: Triangoli di sfoglia all’after eight.
Una piacevole sfoglia che racchiude un ripieno morbido dal gusto intenso. Insomma, uno stuzzicante primo piatto per sorprendere con qualcosa di nuovo e inaspettato.

Se amate la pasta fresca, provate anche i Culurgiones ogliastrini: un’opera d’arte di fattura e gusto!

 

La ricetta dei Triangoli di sfoglia all’after eight

carboidrati 29,48 g per 100 g

Ingredienti per la sfoglia per 8 persone

  • 500 g farina Preparato senza glutine Dallagiovanna speciale per pasta fresca**
  • 5 uova intere
  • 15 g cacao amaro
  • 40 g acqua
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 3 g sale

Ingredienti per la farcia

  • 400 g patate bollite e schiacciate300 g formaggio pecorino fresco dolce grattugiato
  • 30 g pecorino di media stagionatura grattugiato
  • 30 g olio di oliva
  • 10 g menta sminuzzata
  • 1 spicchio d’aglio tritato finemente
  • latte e sale

** Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Preparate la pasta mescolando farina, uova, cacao, acqua, olio e sale a mano oppure in una planetaria. In pochissimo tempo, otterrete un impasto liscio ed elastico. Avvolgetelo in una pellicola trasparente e lasciatelo riposare.
  2. Nel frattempo, preparate il ripieno.
    Mettete in una terrina il formaggio grattugiato e le patate schiacciate, mischiate bene fino a formare un impasto omogeneo; in un tegamino fate scaldare l’olio d’oliva e appena sarà caldo aggiungetevi l’aglio sminuzzato e girate; spegnete il fuoco e aggiungete la menta sminuzzata. Lasciate riposare un minuto, quindi versate l’olio aromatico sull’impasto di patate e pecorino. Amalgamate bene, aggiustate di sale e, se l’impasto dovesse risultare troppo consistente, ammorbidite con qualche cucchiaio di latte tiepido.
  3. A questo punto, prendete la pasta e stendetela con una sfogliatrice al penultimo o terz’ultimo foro; con una rotella dentata tagliate dei quadrati di 8 cm di lato.
    Con un cucchiaino, o con le mani, posizionate il ripieno nel centro del quadrato, quindi richiudete formando un triangolo e schiacciando i lembi in modo da sigillare bene il raviolo.
    Portate l’acqua ad ebollizione, salatela leggermente e buttate delicatamente i triangoli. Dopo qualche minuto, scolateli e conditeli con burro fuso assieme a qualche foglia di menta e parmigiano o pecorino grattugiati.

Triangoli-di-sfoglia-after-eight-ph-chiara-marando

La versione con glutine dei Triangoli di sfoglia all’after eight

Sostituite la farina senza glutine con farina convenzionale e riducete il quantitativo di acqua usata a 15 g.

Densa, cremosa e buonissima! Sicuramente la Vellutata di zucca e lenticchie alla paprika è un modo gustosittimo per fare mangiare verdure e legumi anche ai bambini.

Il dolce della zucca, abbinato al sapore inconfondibile delle lenticchie rende la zuppa perfetta anche per i bambini, mentre se voltete dare un guizzo a tanta dolcezza, la paprika o, perché no, il peperoncino, saranno la soluzione ideale.

Un pasto leggero, equilibrato e gustoso!

Amate zuppe e vellutate? Provate anche la Zuppa di cavoli, patate e scalogno.

La ricetta della Vellutata di zucca e lenticchie

alla paprika

carboidrati 3,75 g per 100 g

Ingredienti

  • 1,3 litri di acqua
  • 700 g zucca
  • 375 g cipolla
  • 50 g lenticchie
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie d’alloro
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • ½ cucchiaino di curcuma
  • 1 pizzico di peperoncino
  • olio extra vergine di oliva, sale e pepe

Preparazione

  1. Tagliate a pezzetti la zucca e la cipolla, insaporite con olio sale e pepe e mettete il tutto in una teglia ricoperta di carta forno; cuocete a 200°C per 20 minuti e mettete da parte.
    Mettete l’acqua sul fuoco con aglio, alloro e lenticchie; cuocete per una decina di minuti. Ora aggiungete la zucca e la cipolla cotte in forno, tenendone da parte qualche pezzo che servirà per decorare le portate.
  2. Completate la cottura di lenticchie e verdure, rimuovete l’aglio e l’alloro, quindi frullate e aggiustate con le spezie, il sale, il pepe. Infine, unite i pezzi di verdura lasciati interi.
  3. Servite con un filo d’olio e crostini a piacere.

vellutata-di-zucca-e-lenticchie-alla-paprika-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

La versione con glutine della Vellutata di zucca e lenticchie alla paprika

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede nessun adattamento per la versione con glutine.

Lo sappiamo è presto, ma noi stiamo già pensando all’aperitivo del venerdì sera e, questa volta, abbiamo deciso che sarà casalingo.
Quindi condividiamo con voi la ricetta di una stuzzicante salsa da assaporare con croccanti nachos: la Salsa Guacamole. Potete accompagnarla anche con i Cracker al teff.

Cosa ne dite? Noi abbiamo già l’acquolina.

La ricetta della Salsa Guacamole

carbodrati 1,86 g per 100 g

Ingredienti

  • 200 g avocado (la polpa di 1 avocado)
  • 30 g succo di lime o limone
  • 10 g cipolla o cipollotto
  • 3 g sale
  • 2 g coriandolo o prezzemolo
  • 1-2 g aglio tritato finissimo
  • pepe, peperoncini e, a piacere, pomodoro a pezzetti

Preparazione della Salsa Guacamole

  1. Mettete la polpa di avocado in un frullatore, aggiungete il succo di lime, o limone, e frullate bene. Aggiungete poi tutti gli altri ingredienti tritati molto finemente.
  2. Aggiustate di sale, pepe e peperoncino ed, eventualmente, aggiungete un pomodoro tagliato a pezzetti.
    Servite la salsa guacamole con nachos oppure usatela per farcire delle tortillas assieme a del gustoso Chilli con carne.

salsa-guacamole-senza-glutine-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

La versione con glutine della Salsa Guacamole

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Che ne dite di organizzare una divertente cena messicana?
Noi lo abbiamo fatto e vogliamo consigliarvi una ricetta di sicuro successo, dai sapori intensi e speziati adatti a tutti i palati: Chili Vegetariano.

Volete accompagnare la ricetta con un aperitivo? Provate la Salsa Guacamole.

Cominciamo!

La ricetta del Chili Vegetariano

carboidrati 7,41 g per 100 g

Ingredienti

  • 400 g passata di pomodoro
  • 300 g peperone giallo
  • 300 g peperone rosso
  • 250 g carota
  • 250 g fagioli neri messicani cotti (circa 120 g secchi lasciati in ammollo in acqua almeno 12 ore)
  • 200 g soia gialla cotta (circa 100 g secca lasciata in ammollo in acqua almeno 12 ore)
  • 100 g acqua
  • 40 g cipolla
  • 1 pezzo di peperoncino
  • paprika, prezzemolo o coriandolo, olio extra vergine di oliva, sale

Preparazione

  1. Mettete i fagioli in acqua e fateli cuocere per il tempo necessario affinché rimangano ben compatti. Una volta cotti, scolateli e metteteli da parte. Ripetete la stessa operazione con la soia gialla.
  2. Tritate piuttosto finemente la cipolla e fatela soffriggere in un tegame con bordi leggermente alti con un filo d’olio, aggiungendo lo spicchio d’aglio e una punta di peperoncino in base alle preferenze personali di piccantezza.
  3. Nel frattempo, tagliate a rondelle le carote e a dadini il peperone, tritate il prezzemolo (nella preparazione messicana, spesso viene usato il coriandolo che però conferisce un gusto molto particolare che non piace a tutti), quindi unite tutte le verdure e la polpa di pomodoro al soffritto, quindi aggiustate di sale e paprika.
  4. Lasciate cuocere le verdure per circa 15 minuti. Infine, incorporate la soia e i fagioli e fate insaporire il tutto per altri 5 minuti prima di servire.

Chili-vegetariano-senza-glutine-uni-chef-per-gaia

La versione con glutine del Chili Vegetariano

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Avete presente quelle serate in cui si desidera mangiare qualcosa di veramente succulento per concedersi un premio dopo la lunga giornata o settimana lavorativa?
Ecco, proprio pensando a questo, in un pomeriggio dove a far da padrone era l’appetito, abbiamo deciso di preparare il Gulash.

Avete già l’acquolina vero?

Allora ecco la ricetta!

La ricetta del Gulash

carboidrati 5,8 g per 100 g

Ingredienti

  • 1 kg spalla di manzo
  • 400 g cipolla
  • 250 g peperone giallo (circa 1 peperone pulito)
  • 250 g peperone rosso (circa 1 peperone pulito)
  • 150 g carota
  • 50 g paprika dolce
  • brodo, sale, olio extra vergine di oliva, peperoncino

Preparazione

  1. Tagliate la cipolla e mettetela in un tegame con un po’ di olio extra vergine di oliva, lasciandola ammorbidire lentamente per circa 20 minuti. Aggiungete il manzo a pezzi e lasciate cuocere per circa 15 minuti.
  2. Unite la paprika, mescolate e fate cuocere per 1 ora.
  3. Aggiungete il peperone e la carota a pezzetti, salate, bagnate con un po’ di brodo e fate cuocere per altri 40 minuti.
  4. Infine, aggiustate il sapore con un pizzico di peperoncino a piacere e servite con patate bollite o polenta.

 

Gulash

La versione con glutine del Gulash

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

San Valentino si sta avvicinando e noi vogliamo darvi qualche consiglio per arrivare alla serata degli innamorati con un menù perfetto per rendere la cena non solo romantica, ma molto golosa ed invitante e allora vi suggeriamo i Flan di zucca al gorgonzola piccante.

A noi piacciono sia come antipasto che come secondo in base a quello che decidiamo di preparare per il resto della cena e poi non dimenticatevi del dolce! Avete già deciso quale cucinare? Beh, non avrete che l’imbarazzo della scelta, ma se volete un’idea originale, provate i Dolcetti al cioccolato con violette candite.

Quindi scegliete il menù, rimboccatevi le maniche e pregustatevi la gioia che regalerete alle persone amate.

La ricetta dei Flan di zucca al gorgonzola piccante

carboidrati 11,44 g per 100 g

Ingredienti per 6 flan

  • 500 g zucca a pezzi
  • 200 g vino Marsala o Porto
  • 100 g gorgonzola piccante
  • 2 uova
  • 50 g latte
  • 50 g panna
  • 30 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 30 g burro
  • 30 g zucchero di canna
  • 10 g fecola di patate*
  • sale e pepe

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Fate cuocere la zucca a pezzi nel forno a 200°C per 20 minuti. In un tegame, mettete il burro e fate insaporire la zucca, aggiungetevi sale e pepe, quindi trasferite in un robot e frullate il tutto. Unite i tuorli uno alla volta e gli albumi montati a neve ben ferma.
  2. In un tegamino, fate sciogliere il gorgonzola con il parmigiano, il latte e la panna; aggiungete un cucchiaino di fecola per addensare leggermente. Versate uno strato sottile di crema di zucca in 6 stampini di silicone per crème caramel, ricoprite con la crema di gorgonzola e completate con la restante crema di zucca.

flan-di-zucca-al-gorgonzola-piccante-uno-chef-per-gaia

3. Cuocete in forno a bagnomaria a 200°C per 15-20 minuti.

4. In un tegame dal fondo spesso, fate restringere il Marsala con lo zucchero e servite la salsina sopra i flan già impiattati.

flan-di-zucca-al-gorgonzola-piccante-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine dei Flan di zucca al gorgonzola piccante

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Come far mangiare ai bambini le verdure? Semplice, provate ad utilizzarle come ingrediente principale per preparare delle gustose Polpette di cavolfiore. Perché sappiamo che le polpette sono sempre molto gradite ai bambini, quindi non potranno dire di no a questa versione vegetariana.

L’unica accortezza che dovrete avere sarà quella di manipolarle con delicatezza perché queste polpette di cavolfiore sono più morbide rispetto alle sorelle a base di carne, che potrete comunque usare per nascondere altre verdure, come è il caso delle Polpette di spinaci.

La ricetta della Polpette di cavolfiore

carboidrati 7,79 g per 100 g di polpette

Ingredienti

  • 400 g cavolfiore
  • 60 g pecorino grattugiato
  • 40 g pangrattato**
  • 30 g capperi
  • 30 g olio extra vergine di oliva
  • 20 g prezzemolo
  • 1 uovo
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, pepe e olio

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Bollite il cavolfiore in acqua salata fino a quando sarà diventato morbido. Scolatelo e fatelo saltare in padella con olio extra vergine e aglio. Lasciate raffreddare, quindi rimuovete l’aglio e frullate il cavolfiore in un robot con i capperi e il prezzemolo. Aggiungete l’uovo, il pecorino e il parmigiano in modo da ottenere un composto piuttosto sodo.

polpette-di-cavolfiore-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

2. Mettete qualche cucchiaio di olio in una padella antiaderente, formate delle polpette, passatele nel pangrattato e fatele dorare nella padella antiaderente su entrambi i lati.

polpette-di-cavolfiore-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

Sono ottime servite calde, ma anche fredde.

polpette-di-cavolfiore-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine delle Polpette di cavolfiore

Sostituite il pangrattato senza glutine con pangrattato convenzionale.

Le verdure sono la più grande sfida per noi genitori: prepararle in modo gustoso ed appetibile per conquistare i bambini non è sempre facile. Il Tortino ai 3 colori può essere un’idea vincente visto che contiene alcuni degli ingredienti vegetali preferiti dai bambini, ossia le patate, la zucca e le carote.

Data la ricchezza in carboidrati di patate e zucca, nonché la presenza di formaggio e uovo, il Tortino ai 3 colori può essere mangiato come piatto unico placando anche gli appetiti più smisurati.

Inoltre, potrete utilizzare questo splendido piatto anche come contorno o, perché no, portata principale da proporre durante una cena tra amici con preferenze vegetariane, magari abbinato ad una Ratatouille.

La ricetta del Tortino ai 3 colori

carboidrati 9,54 g per 100 g

Ingredienti

  • 800 g patate
  • 700 g zucchine
  • 400 g zucca
  • 300 g carote
  • 100 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 25 g burro
  • 10 g pangrattato**
  • 1 uovo
  • q.b. sale, pepe, olio

**Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Fate bollire le patate e passatele allo schiacciapatate, quindi conditele con una noce di burro, metà parmigiano e l’uovo. Bollite le carote e passate anche queste allo schiacciapatate. Cuocete la zucca al vapore e le zucchine a rondelle sottili con un filo d’olio, sale. Una volta che anche la zucca sarà cotta, ripetete l’operazione con lo schiacciapatate, unitevi le carote, un po’ di parmigiano, aggiustate di sale, e completate il composto con una parte di purea.
  2. Formate uno strato di zucchine sul fondo di una teglia e spolverate con il parmigiano restante. Coprite il tutto con il composto di zucca, schiacciatelo bene e ricoprite con uno strato di purea di patate.
  3. Spolverate la superficie con un po’ di pangrattato, mettete qualche ciuffo di burro e gratinate in forno a 200°C per circa 20 minuti, fino a quando non si sarà formata una bella crosticina. Servite il tortino caldo o tiepido.
Tortino-ai-tre-colori-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

Tortino ai 3 colori

 

La versione con glutine del Tortino ai 3 colori

Sostituite solamente il pangrattato senza glutine con pangrattato convenzionale.

Il nuovo anno è arrivato e con lui anche il freddo pungente che in questi giorni ci ha portato a godere del calore casalingo, magari accoccolati sul divano davanti ad un bel film. E lo sapete che per noi temperature rigide equivalgono a zuppe golose e genuine, da gustare magari accompagnate da crostini ed un buon bicchiere di vino, proprio come la Vellutata di broccoli e cavolfiore.

Oggi vi consigliamo una ricetta leggera, facile da preparare e perfetta per deliziare grandi e piccini facendo mangiare loro anche della sana verdura di stagione: Vellutata di broccoli e cavolfiore.

Se vi piacciono le zuppe, potete provare anche la Zuppa di legumi e verdure.

Ecco cosa vi serve per prepararla!

La ricetta della Vellutata di broccoli e cavolfiore

carboidrati 4,41 g per 100 g

Ingredienti

  • 400 g cavolfiore
  • 400 g broccoli
  • 400 g patate
  • 200 g cipolle
  • 1,2 litri di acqua
  • olio extra vergine di oliva, sale

Preparazione

  1. Mettete la cipolla affettata in un tegame con l’olio, aggiungete i broccoli ed il cavolfiore in cimette, le patate a cubetti e, infine, coprite con l’acqua.
  2. Portate ad ebollizione e lasciate cuocere per 40 minuti fino a quando le verdure saranno diventate morbide. Frullate il tutto, regolate di sale e servite con un filo d’olio a crudo ed eventualmente dei crostini.
  3. Semplice no? 🙂

vellutata-di-broccoli-e-cavolfiore-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine della Vellutata di broccoli e cavolfiore

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Se avete deciso di trascorrere la notte di Capodanno a casa con gli amici sarete sicuramente alle prese con le ricette per il Cenone. Già, perchè quella sera non basta fare da mangiare qualcosa di buono, bisogna anche sorprendere gli ospiti con portate degne di uno chef, ammettetelo, è così! E allora abbiamo il dolce perfetto per voi: la Charlotte Mont Blanc.

Se non vi dovessero piacere le castagne, che ne dite di optare per una Sacher delle feste?

Non temete, è molto più semplice da preparare di quanto potreste aspettarvi. Cominciamo!

La ricetta della Charlotte Mont Blanc

carboidrati 36,23 g per 100 g

Ingredienti per 10-12 persone

  • 500 g crema o composta di marroni*
  • 500 g panna fresca
  • 150 g castagne bollite e sbucciate (ci vorranno circa 45 minuti per cuocerle in acqua bollente)
  • 150 g savoiardi**
  • 80 g Marrons glacés*
  • 70 g latte
  • 10 g cacao amaro*
  • 10 g gelatina in fogli*
  • 1 bacello di vaniglia

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione della Charlotte Mont Blanc

  1. Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda, poi fatela sciogliere in qualche cucchiaio di panna e lasciatela raffreddare.
    Montate la panna e mettetene da parte un piccolo quantitativo che servirà per decorare il dolce. Aggiungete gradualmente la crema di marroni alla panna montata facendo molta attenzione a non farla smontare. Tritate 60 g di marrons glacés, aggiungeteli al composto di marroni e panna e, infine, aggiungete anche la gelatina.
  2. Prendete uno stampo alto avente circa 20 cm di diametro (noi abbiamo utilizzato una teglia da dolci piuttosto alta e di diametro maggiore, quindi i biscotti sono risultati più distanti tra loro), ricopritelo di pellicola trasparente, tagliate i savoiardi su un lato rimuovendo circa 1,5-2 cm della lunghezza e adagiateli lungo il bordo dello stampo appoggiandoli sul lato tagliato. Versate all’interno dello stampo con i savoiardi la crema di marroni e panna, ricoprite con pellicola il tutto e mettete in frigorifero per almeno 3 ore.
  3. In un pentolino, ponete sul fuoco le castagne bollite e spellate con il contenuto di una bacca di vaniglia, aggiungete il latte e cuocete per circa 10 minuti. Quindi incorporate il cacao amaro e frullate il tutto in modo da ottenere una crema piuttosto densa e omogenea unendo, se necessario, un goccio di latte in più. Coprite con pellicola a contatto e mettete da parte.
  4. Togliete lo stampo con i savoiardi e la crema dal frigorifero e, aiutandovi con la pellicola trasparente sottostante, trasferite il dolce su un’alzatina; rimuovete quindi la pellicola sui lati aiutandovi con una forbice o un coltello affilato, e legate il dolce con un fiocco decorativo.
  5. Con una schiacciapatate, schiacciate la crema di castagne e cacao all’interno del cerchio di savoiardi, sopra al composto di panna; infine, decorate con ciuffetti di panna e con i restanti marrons glacés tagliati a pezzetti.
Ricetta-charlotte-mont-blanc-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

La charlotte mont blanc pronta per essere gustata

La versione con glutine della Charlotte Mont Blanc.

Sostituite i savoiardi senza glutine con savoiardi convenzionali, non sono necessari ulteriori adattamenti.