Questa volta in cucina è venuta a trovarci Maria Elena, un’amica che tra i fornelli ha veramente tanto da insegnare. Diciamo che le sue si possono considerare “mani magiche” perché riesce a creare dei piccoli capolavori culinari, come i Culurgiones ogliastrini senza glutine.

Complici le sue radici sarde, ci ha voluto proporre alcune ricette tradizionali che noi abbiamo reinterpretato in chiave gluten free.
Le scopriremo poco a poco, ma quello che prepareremo oggi è un primo piatto estremamente gustoso: i Culurgiones ogliastrini senza glutine. 

Quindi cominciamo…mani in pasta! E se vi piace la pasta fatta in casa, potete provare a fare anche i Pisarei e fasò.

La ricetta dei Culurgiones Ogliastrini senza glutine

carboidrati 27,5 g per 100 g di culurgiones crudi

Ingredienti per la pasta

  • 500 g farina Mix per pasta fresca Nutrifree**
  • 320 g acqua
  • 8 g xantano*
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la farcitura

  • 500 g formaggio pecorino fresco dolce grattugiato
  • 400 g patate bollite e schiacciate
  • 30 g pecorino di media stagionatura grattugiato
  • 30 g olio di oliva
  • 10 g menta sminuzzata
  • 1 spicchio d’aglio tritato finemente
  • latte e sale

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione dei Culurgione Ogliastrini senza glutine

  1. Preparate la pasta mescolando farina, xantano ed acqua. In pochissimo tempo, otterrete un impasto liscio ed elastico. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare.
L'impasto per i culurgiones

L’impasto per i culurgiones

2. Nel frattempo, preparate il ripieno.

3. Mettete in una terrina il formaggio grattugiato e le patate schiacciate, mescolateli bene fino a formare un impasto omogeneo; in un tegamino fate scaldare l’olio d’oliva e appena sarà caldo aggiungetevi l’aglio sminuzzato; amalgamate e poi, a fuoco spento, aggiungete la menta sminuzzata.
Lasciate riposare un minuto, quindi versate l’olio aromatico sull’impasto di patate e spolverate con il pecorino.
Amalgamate bene, aggiustare di sale e, se l’impasto dovesse risultare troppo consistente, ammorbiditelo con qualche cucchiaio di latte tiepido.

La pasta tirata per i culurgiones
4. A questo punto, prendete la pasta e stendetela con una sfogliatrice al penultimo o terzultimo foro; con un coppapasta da 8 cm di diametro tagliate dei cerchi.

I dischi per realizzare i culurgiones

I dischi per realizzare i culurgiones

5. Aiutandovi con un cucchiaino o con le mani, posizionate il ripieno nel centro del disco, quindi richiudete il culurgione a “spiga”, ossia pizzicando l’esterno partendo dall’estremità destra oppure semplicemente schiacciando i lembi del disco per farli aderire bene e tagliandoli con una rotella dentellata.

La chiusura dei culurgiones

La chiusura dei culurgiones

6. Portate l’acqua ad ebollizione, salatela leggermente e buttatevi delicatamente i culurgiones.

La chiusura pizzicata dei culurgiones

La chiusura pizzicata dei culurgiones

7. Dopo qualche minuto, scolateli e conditeli con burro fuso, parmigiano o pecorino grattugiati, oppure con salsa di pomodoro e formaggio.

I culurgiones pronti per essere mangiati

I culurgiones pronti per essere mangiati

La versione con glutine dei Culurgiones Ogliastrini

Sostituite la farina Mix per pasta fresca Nutrifree con semola e impastastatela senza xantano e con il quantitativo di acqua necessario ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.