Articoli

Questa è la seconda ricetta dedicata al 70° anniversario della Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola ed è una delle nostre preferite quando abbiamo tanta fame, poco tempo a disposizione e la voglia di qualcosa di sfizioso e leggero: il Pollo ai peperoni con bacche di goji, naturalmente senza glutine e con pochissimi carboidrati. Se volete riguardarvi la prima ricetta, eccovi la proposta: Gazpacho pomodori gialli, peperone e crudo croccante.

Il peperone è una tipica verdura estiva, particolarmente apprezzata nei paesi caldi, anche se ormai viene coltivato in tutto il mondo. La sua versatilità in cucina è straordinaria e dal punto di vista nutrizionale è ricchissimo di vitamina C, addirittura più ricco delle arance che sono spesso considerate i campioni in “questa specialità”.

Ebbene combinando il peperone con le bacche di Goji, che tra l’altro appartengono alla sua stessa famiglia, possiamo godere dei loro innumerevoli benefici per la salute. La bacche di Goji sono da consumare con attenzione per chi è affetto da diabete perché hanno un alto numero di carboidrati, ben 64 g ogni 100 g di prodotto, e anche di calorie, ma al contempo sono ricche di proteine, sodio, calcio, fosforo, potassio, manganese, lipidi come omega 3 ed omega 6, magnesio, cromo, vitamine C, E e B1, carotene, amminoacidi, fibre, luteina e germanio.

Mangiare un piatto come questo che è una gioia per gli occhi, per il palato e per il nostro benessere mi sembra il modo migliore per celebrare un compleanno di tutto rispetto!

La ricetta del Pollo ai peperoni con bacche di goji

carboidrati 3,49 g per 100 g

Ingredienti per 4-6 persone

  • 700 g petto di pollo
  • 380 g peperoni gialli, rossi e verdi
  • 80 g porro
  • 30 g bacche di Goji
  • 1 bustina di zafferano
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Preparazione

  1. Mettete a mollo le bacche di Goji in acqua tiepida per 30 minuti.
  2. Tagliate il pollo a striscioline, mescolatelo con lo zafferano e lasciatelo insaporire per circa 30 minuti.
  3. Tagliate a rondelle sottili il porro e i peperoni a striscioline da saltare. Scaldate una wok, versate qualche cucchiaio d’olio e fatevi saltare prima il porro da solo, poi aggiungete i peperoni; aggiustateli di sale e fateli cuocere su fiamma vivace per 5 minuti mescolando spesso. Metteteli da parte.
  4. Mettete altri 3 cucchiai di olio extra vergine nella wok e fatevi saltare il pollo per 5-6 minuti, quindi aggiungete le bacche di Goji, aggiustate di sale e continuate la cottura per 1 minuto.
  5. Togliete il pollo dal fuoco, mescolatelo con i peperoni e servite il tutto caldo o tiepido accompagnato da una misticanza di verdure.

 

La versione con glutine del Pollo ai peperoni con bacche di Goji

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

 

Questa ricetta partecipa al Contest “Peperone di Carmagnola: 70 anni in 70 ricette”

L’estate è arrivata all’improvviso e, con il bel tempo, anche le bellissime occasioni di incontro. Come il Gola Gola Festival, a Piacenza dal al 9 giugno. A me è stato dato l’onore di aprire le danze con la mia proposta senza glutine pensata per ingolosire un po’ tutti: il Risotto agli asparagi Gola Gola.

In un festival dedicato al cibo credo sia fondamentale dare spazio ai prodotti locali, quindi ho pensato di scegliere alcuni tra i tanti ingredienti del territorio: gli asparagi di Pontenure (data la stagione), la Malvasia dei colli piacentini e il Grana Padano. Il tutto su una base davvero speciale, ossia il mio riso Carnaroli preferito, quello coltivato dalla Riserva San Massimo all’interno del parco lombardo della Valle del Ticino, un regalo per il palato e per chi è attento alla salvaguardia della biodiversità.

Un’eventuale alternativa al croccantino di grana è un altro prodotto piacentino famosissimo: la sua pancetta, anch’essa resa croccante in una padella antiaderente, oppure nel forno a microonde, seguendo la stessa procedura descritta per il grana.

Quindi correte ad acquistare qualche asparago per non perdere la stagione e godetevi questa delizia!

La ricetta del Risotto agli asparagi Gola Gola Festival

carboidrati 23,55 g per 100 g di risotto

senza la riduzione di Malvasia  

Ingredienti per 4 persone

  • 1,2 lt circa di brodo di carne preparato in precedenza
  • 600 g vino Malvasia dei colli piacentini
  • 400 g asparagi già puliti
  • 320 g riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 100 g Grana Padano
  • 30 g cipollotto
  • 30 g burro
  • 20 g semi di sesamo
  • 20 g zucchero di canna
  • 3 bacche di cardamomo
  • 1 bacca di anice stellato
  • 1 stecca di cannella
  • olio extra vergine di oliva, sale e pepe

Preparazione della riduzione di Malvasia

  1. Come prima cosa preparate la riduzione di Malvasia perché è l’operazione che richiede più tempo. Versate quasi tutto il vino in un tegame dal fondo spesso (conservatene circa 60 g per sfumare), aggiungete le spezie e lo zucchero di canna e lasciate sobbollire senza coperchio per circa 1,5 ore o comunque fino a quando il vino si sarà trasformato in un liquido piuttosto denso e di colore ambrato.

Preparazione del risotto

  1. Lavate gli asparagi e tagliateli in 3 parti: eliminate la parte legnosa, tenete le punte intere e tagliate a pezzetti la parte centrale degli asparagi. Mettete i pezzetti della parte centrale degli asparagi in un tegame con circa 200 g di brodo e portateli a cottura lasciando scoperto il tegame; una volta cotti, mettete gli asparagi in un frullatore per ottenere una crema, aggiustate di sale e mettete da parte.
  2. Preparate i croccantini di grana e sesamo. Mescolate 30 g di grana e il sesamo, poi mettete un cucchiaio di composto su un piatto formando una sorta di disco con il retro del cucchiaio. Mettete il tutto nel forno a microonde per tempi brevi e a potenza media fino a quando il formaggio si sarà leggermente sciolto. Con l’aiuto di una raspa, staccate il disco dal piatto e tenetelo da parte.
  3. A questo punto potete iniziare a preparare il risotto.
  4. Fate appassire il cipollotto tagliato molto fine in una casseruola con un filo d’olio.
  5. Fate tostare il riso nella casseruola con il porro per circa 3 minuti per avere i chicchi ben trasparenti con la parte centrale bianca, quindi bagnate con la Malvasia tenuta da parte e lasciatela evaporare.
  6. Iniziate a tirare il riso aggiungendo un mestolo di brodo bollente. Continuate a mescolare e aggiungete altro brodo solo quando il riso sarà quasi asciutto. Dopo circa 5 minuti, aggiungete le punte di asparagi, poi continuate con il brodo e a mescolare. Qualche minuto prima della fine della cottura, aggiungete la crema di asparagi e mescolate bene. Quando il riso sarà ancora bene al dente, spegnete il fuoco e aggiungete il burro gelato muovendo bene il riso in modo che si liberi l’amido per formare una bella cremina, aggiungete anche il formaggio grattugiato e continuate a mescolare fino a quando sarà completamente amalgamato; aggiustate di sale. Coprite il risotto con un canovaccio e lasciatelo riposare un minuto.
  7. Impiattate il riso e completatelo con qualche pezzo di croccante al sesamo e gocce di riduzione di Malvasia.
Risotto-asparagi-senza-glutine-gola-gola-festival

Il risotto agli asparagi Gola Gola Festival

La versione con glutine del Risotto agli asparagi Gola Gola

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Se vi piacciono i risotti, provate anche il mio Risotto al sedano rapa con maionese di mele e rose

Una Pizza di patate alle olive senza glutine come alternativa alla pizza convenzionale.

Sappiamo che la pizza per chi ha diabete e celiachia è uno dei piatti in assoluto più difficili da gestire. Proprio così, perché non solo le pizze senza glutine davvero buone sono difficilissime da reperire, ma una volta trovate, chi ha il diabete deve riuscire a gestire “l’effetto pizza”, cioè aumenti anomali della glicemia dovuti alla combinazione di ingredienti contenuti nella pizza (e ahimè anche alti quantitativi di zucchero nascosti nell’impasto e nella salsa di pomodoro ed altissimi quantitativi di sale), anche a molte ore di distanza dopo averla consumata.

La pizza di patate è una simpatica alternativa, dovremo sì prestare attenzione ai carboidrati contenuti nelle patate, ma la loro gestione risulterà decisamente più semplice. Inoltre, può essere una bella idea per una cena o una merenda in giardino naturalmente prive di glutine! Potrete anche servirla assieme ad un’Insalata di pesce spada.

La ricetta della Pizza di patate alle olive senza glutine

carboidrati 14,27 g per 100 g

Ingredienti

  • 700 g patate
  • 400 g passata di pomodoro
  • 250 g mozzarella
  • 80 g olive verdi o nere denocciolate*
  • 20 g cipollotto
  • olio extra vergine di oliva, sale, pepe

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Sbucciate le patate, affettatele sottili e cuocetele al vapore per 20 minuti. Mettete un filo d’olio in una padella antiaderente, versatevi dentro le patate, aggiustatele di sale e pepe e fatele rosolare leggermente premendole con una forchetta o un cucchiaio di legno in modo che si sfaldino.
  2. Nel frattempo, preparate la salsa di pomodoro. Mettete qualche cucchiaio di olio in una padella antiaderente, fatevi rosolare il cipollotto tagliato finemente, quindi aggiungete la passata di pomodoro, aggiustate di sale e pepe, quindi coprite e lasciate cuocere per 15-20 minuti.
  3. Foderate una teglia con carta forno, ricoprite il fondo con le patate, quindi versatevi sopra la salsa di pomodoro e le olive denocciolate a pezzi.
  4. Mettete in forno statico preriscaldato a 200°C per circa 10 minuti, poi aggiungete la mozzarella e rimettete il tutto in forno fino a quando la mozzarella si sarà sciolta.
  5. Servite la pizza di patate calda.

pizza-di-patate-olive-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

 

La versione con glutine della Pizza di patate alle olive

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

 

Il Pao de queijo o Pane al formaggio è tipico di tutta l’America del sud, con alcune interessanti varianti regionali che ne definiscono la particolarità. L’elemento fondamentale, però, è che viene preparato con farine naturalmente senza glutine.

In molti casi viene fritto anziché essere cotto al forno, ma comunque è estremamente ricco e gustoso, tanto da poter essere consumato non solo in accompagnamento ad altri cibi, ma anche da solo come spuntino.

E’ anche estremamente facile da preparare, quindi può essere una soluzione anche quando non abbiamo il tempo necessario per preparare un pane lievitato. Un altra idea di pane se non avete tempo per la lievitazione sono le Focaccine allo yogurt.

La ricetta del Pao de queijo

carboidrati 37,95 per 100 g

Ingredienti

  • 300 g latte
  • 265 g farina di tapioca*
  • 150 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 130 g olio di riso
  • 80 g farina di riso*
  • 60 g amido di riso*
  • 2 uova
  • 5 g sale

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete il latte, l’olio e il sale in un tegame e portate a bollore. Appena raggiunto il bollore, togliete il tegame dal fuoco e unite tutto l’amido e le farine ai liquidi mescolando con un cucchiaio di legno: l’impasto si staccherà dalle pareti del tegame e risulterà piuttosto compatto.
  2. Lasciate intiepidire il composto poi aggiungete un uovo alla volta e, infine, il parmigiano grattugiato. Finite di mescolare bene gli ingredienti mettendo l’impasto su un tagliere e, quando sarà perfettamente omogeneo, formate dei paninetti di circa 4 cm di diametro. Adagiate le palline su una teglia ricoperta di carta forno e cuocete in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.
  3. E’ preferibile mangiare il pane al formaggio tiepido oppure freddo.
ricetta-senza-glutine-pao-de-queijo-uno-chef-per-gaia

I panini al formaggio pronti per uno spuntino

La versione con glutine del Pao de queijo

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Lo sappiamo è presto, ma noi stiamo già pensando all’aperitivo del venerdì sera e, questa volta, abbiamo deciso che sarà casalingo.
Quindi condividiamo con voi la ricetta di una stuzzicante salsa da assaporare con croccanti nachos: la Salsa Guacamole. Potete accompagnarla anche con i Cracker al teff.

Cosa ne dite? Noi abbiamo già l’acquolina.

La ricetta della Salsa Guacamole

carbodrati 1,86 g per 100 g

Ingredienti

  • 200 g avocado (la polpa di 1 avocado)
  • 30 g succo di lime o limone
  • 10 g cipolla o cipollotto
  • 3 g sale
  • 2 g coriandolo o prezzemolo
  • 1-2 g aglio tritato finissimo
  • pepe, peperoncini e, a piacere, pomodoro a pezzetti

Preparazione della Salsa Guacamole

  1. Mettete la polpa di avocado in un frullatore, aggiungete il succo di lime, o limone, e frullate bene. Aggiungete poi tutti gli altri ingredienti tritati molto finemente.
  2. Aggiustate di sale, pepe e peperoncino ed, eventualmente, aggiungete un pomodoro tagliato a pezzetti.
    Servite la salsa guacamole con nachos oppure usatela per farcire delle tortillas assieme a del gustoso Chilli con carne.

salsa-guacamole-senza-glutine-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

La versione con glutine della Salsa Guacamole

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Amanti della pasta, oggi abbiamo la ricetta che fa per voi: Spaghetti con patate e zafferano, la semplicità in assoluto per un piacere altrettanto assoluto!
Un primo piatto corposo, che ad ogni forchettata riesce a regalare una piena soddisfazione per il palato proprio grazie al suo gusto inconfondibile.

Ecco cosa vi serve per realizzare la ricetta:

Spaghetti con patate e zafferano

carboidrati 46,71 g per 100 g di pasta cotta e condita

Ingredienti

  • 400 g spaghetti Massimo Zero**
  • 300 g patate
  • 50 g caciocavallo (oppure parmigiano) grattugiato
  • 30 g cipolla
  • 0,5 g zafferano Ortodicoccinelle
  • olio extra vergine di oliva, prezzemolo tritato, sale

**Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Tagliate la cipolla a fettine sottili e fatela soffriggere in una padella antiaderente con un filo di olio extra vergine di oliva; tagliate le patate a cubetti e unitele alla cipolla facendole soffriggere bene. Aggiungete poi una spolverata di prezzemolo tritato e lasciate riposare.

spaghetti-patate-e-zafferano-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

2. Mettete l’acqua sul fuoco, portatela ad ebollizione, salate e buttate gli spaghetti. Mentre il tutto sta cuocendo, versate 3 mestoli di acqua di cottura nella padella con le patate e discioglietevi lo zafferano.
Scolate gli spaghetti al dente, fateli saltare nella padella con le patate e lo zafferano, quindi condite con il caciocavallo grattugiato.

Nota: questa pasta può essere trasformata in una squisita minestra aumentando il quantitativo di patate e acqua di cottura e riducendo quello della pasta, che potrebbe essere rappresentata da spaghetti spezzati in pezzi corti oppure in una pasta corta da minestre.

spaghetti-patate-e-zafferano-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine degli Spaghetti con patate e zafferano

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi eventualmente sostituite solamente gli spaghetti Massimo Zero con altri spaghetti a vostra scelta.

Estate e caldo sono due elementi che vanno contro il desiderio di cucinare. Eh si, lo sappiamo, accendere il forno non è proprio ottimale per combattere le alte temperature… ma se il dolce da preparare meritasse questo sforzo?

Secondo noi inguaribili golosi si! Quindi ecco la ricetta di una torta gustosa e, allo stesso tempo, fresca al palato: Torta di ricotta e fragole.

Cominciamo!

La ricetta della Torta di ricotta e fragole

carboidrati 33,73 g per 100 g

Ingredienti per la frolla

  • 220 g farina di riso integrale*
  • 140 g burro o Zero Burro*
  • 130 g farina finissima di mais*
  • 100 g mandorle sbucciate
  • 75 g zucchero semolato
  • 75 g zucchero a velo*
  • 2 uova
  • 10 g farina di grano saraceno germinato Brick 1240* (facoltativo)
  • 8 g lievito per dolci* (1/2 bustina)
  • 1 punta di vaniglia dal baccello
  • 1 pizzico di sale
  • farina di riso* per stendere la frolla

Ingredienti per il ripieno

  • 700 g ricotta
  • 240 g fragole
  • 80 g zucchero
  • 50 g succo d’agave*
  • 2 tuorli d’uovo
  • q.b. cacao amaro per decorare

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Tritate le mandorle in un robot in modo da ottenere una farina; aggiungete tutti gli altri ingredienti della pasta frolla e mescolateli in modo da ottenere un impasto morbido e liscio. Coprite con pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per 15 minuti.
  2. Nel frattempo preparate il ripieno.
  3. Lavate e tagliate le fragole. In una terrina mescolate la ricotta con lo zucchero così che il composto risulti omogeneo; aggiungete il succo d’agave, i tuorli d’uovo ed, infine, le fragole a pezzetti.
  4. Stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno e adagiatela in una tortiera a cerniera di 24 cm di diametro. Versatevi sopra il composto di ricotta, quindi ricoprite con un secondo disco di frolla.
    Cuocete in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti. Lasciate raffreddare e spolverate con cacao amaro a piacere.

Torta-di-ricotta-e-fragole- blog-uno-chef-per-gaia

5. Questa frolla è molto morbida da lavorare, quindi usate un pizzico di farina di riso per aiutarvii a stenderla.

6. Per quanto riguarda il ripieno, possiamo sostituire le fragole con altra frutta di stagione, ad esempio ciliegie o pesche: la torta sarà altrettanto gustosa!

Torta-di-ricotta-e-fragole- blog-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine della Torta di ricotta e fragole 

La ricetta è naturalmente senza glutine. Potrete comunque sostituire la frolla con qualsiasi altra frolla di vostro gradimento.

Oggi abbiamo voglia di consigliarvi un antipasto, ma anche un aperitivo, sfizioso ed invitante da mangiare tipo finger food: i bocconcini di Champignon.
Semplici e gustosi, sono la soluzione ideale per realizzare un piatto goloso e di sicuro effetto da servire per una serata tra amici o per coccolare tutta la famiglia con una bontà da leccarsi le dita.

Un’altra idea per stare in compagnia degli amici? Provate il Biscotto salato con mousse al Prosciutto di Parma!

Una ricetta rigorosamente gluten free, leggera e saporita adatta a qualsiasi stagione ed occasione.

La ricetta dei Bocconcini di Champignon

carboidrati 7,27 g per 100 g

Ingredienti

  • 370 g funghi champignon (circa 20 funghi)
  • 80 g ricotta mista
  • 70 g robiola
  • 10 g prezzemolo tritato
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine di oliva, sale, pepe e spezie a piacere

Preparazione

  1. Tagliate i gambi dei funghi ed eventualmente, se i gambi fossero molto corti, tagliate anche qualche fungo piccolo. Tritate e fate saltare in padella con un filo d’olio e 1 spicchio d’aglio.

antipasto-senza-glutine_Foto Chiara Marando

2. Nel frattempo, tritate anche il prezzemolo con una punta di aglio e mescolate con i formaggi; aggiustate di sale, pepe e aromi.

Ricette-senza-glutine-uno-chef-per-gaia_Foto Chiara Marando
3. Farcite le cappelle di funghi con il trito di gambi e la farcitura al formaggio, insaporite con un filo d’olio, infine cuocete in forno a 180°C fino a quando la superficie non si sarà dorata.

Champignon-ripieni-senza-glutinrFoto Lorenzo Moreni

La versione con glutine dei Bocconcini di champignon

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la realizzazione con glutine.

Per “Le ricette degli amici” oggi vi proponiamo un’idea che ci ha inviato Aura: la ricetta dei Falafel.

Si tratta di una pietanza mediorientale estremamente gustosa, costituita dal polpette di legumi speziate e fritte. Un secondo stuzzicante, perfetto anche per i bambini e per chi sceglie un’alimentazione vegana. Per rimanere nella stessa area geografica, provate un dolce incantevole all’acqua di rose: Mahalabiya.

Vediamo come preparali!

La ricetta dei Falafel

carboidrati 20,78 g per 100 g

Ingredienti

  • 150 g di ceci secchi
  • 50 g cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 g prezzemolo
  • 2 g coriandolo
  • 1 cucchiaino di cumino
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • ½ cucchiaino di semi di sesamo
  • 1/3 di cucchiaino di pepe
  • q.b. sale, olio per friggere

Preparazione

  1. Mettete in ammollo i ceci 24 ore prima e poi fateli asciugare bene su uno strofinaccio di modo che perdano tutta l’acqua.
  2. Fateli passare al mixer fino ad ottenere una preparazione che non sia completamente cremosa, ma che resti un po’ granulosa. Aggiungete all’impasto aglio, cipolla e prezzemolo tagliati abbastanza finemente; aggiungete poi il pepe, il sale, il coriandolo, il cumino e il bicarbonato e mescolate bene (nel caso gli ingredienti rimanessero troppo divisi, date una leggera passata col mixer). Alla fine aggiungete i semi di sesamo.
  3. Aiutandovi con due cucchiai da minestra formate delle piccole polpette allungate e friggetele in olio bollente. Noi le abbiamo fatte rotonde per velocizzare il processo. Attenzione a non eccedere con le polpette in cottura, devono essere buttate poco a poco nell’olio bollente perché la presenza di bicarbonato nell’impasto lo farà frizzare, quindi risulta difficile vedere quando le polpette sono pronte.
  4. Una volta dorate da entrambe le parti, scolatele e fatele asciugare sulla carta assorbente.

Falafel

La versione con glutine della ricetta dei Falafel

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede alcun adattamento.

 

Per la sezione “Le ricette degli amici” oggi vi proponiamo la ricetta che ci ha consigliato Simonetta: Biscotti di riso e saraceno aromatizzati preparati con farine naturalmente senza glutine.

La colazione è fondamentale per fare la carica di energia che ci serve per affrontare la giornata ed è anche il momento in cui ci possiamo concederci il momento dolce con minori timori di non riuscire a smaltire il carico di carboidrati. Inoltre, i biscotti senza glutine fatti in casa sono sicuramente una garanzia in più in merito alla qualità degli alimenti che consumiamo. Provate anche i Biscotti alla lavanda per arricchire la vostra colazione.

A noi sono piaciuti veramente molto…diciamo che vale il detto “uno tira l’altro”.

La ricetta dei Biscotti di riso e saraceno aromatizzati

carboidrati 69,46 per 100 g

Ingredienti

  • 250 g farina di riso*
  • 250 g farina di grano saraceno* (oppure 200 g farina di grano saraceno* e 50 g di cacao*/farina di riso venere*)
  • 200 g zucchero di canna
  • 3 uova
  • 100 g burro
  • 8 g lievito per dolci
  • zenzero, cannella e marmellata a piacere

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Aspettate che il burro sia morbido e lavoratelo aggiungendo lo zucchero, le uova una alla volta, le farine il lievito. Amalgamate il tutto fino a formare una palla compatta e liscia.
  2. Dividete l’impasto in 3 parti; lasciate una parte bianca per formare i biscotti che saranno farciti con la marmellata; aggiungete lo zenzero alla seconda parte e la cannella a quella rimanente.
  3. Quindi, stendete gli impasti con l’aiuto di un mattarello e tagliate i biscotti delle forme desiderate. Sistemateli su una teglia foderata con carta forno ed infornate a 180°C per circa 15 minuti.

Biscotti_al_riso_e_saraceno_senza_glutine

4. Infine, scegliete la forma che desiderate dare ai biscotti con la marmellata, farciteli ed uniteli a due a due.

Biscotti_gluten_Free

La versione con glutine dei Biscotti di riso e saraceno aromatizzati

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.