Le nostre esigenze sono una sfida continua, soprattutto quando si parla di pane perché senza glutine e integrale sono difficili da trovare sul mercato: ecco allora la mia ricetta preferita per un Pane integrale croccante senza glutine che vi conquisterà immediatamente.

Un ingrediente al quale non riesco più a rinunciare sono i semi di chia, nel mio caso Salbachia, ossia un tipo di chia chiara che nell’impasto finito riuscirete a malapena a distinguere, ma che darà una consistenza piacevole e uniforme alla mollica impedendo che questa si sbricioli, come spesso accade nel pane senza glutine.

Se volete poi davvero ottenere un risultato straordinario, cuocete il pane in una casseruola di ghisa, io uso la mia inseparabile Le Creuset: la crosta del pane sarà musica per le vostre orecchie!

Se poi avete tempo a disposizione, provate anche la versione con pochissimo lievito del Pane croccante in casseruola.

La ricetta del Pane integrale croccante

carboidrati 52,49 g per 100 g

Ingredienti per 2 pagnotte

  • 700 g acqua
  • 600 g farina Mix per Pane Nutrifree**
  • 240 g farina Mix per Pane integrale Nutrifree*
  • 60 g farina di riso integrale Molino Filippini*
  • 60 g farina di grano saraceno Molino Filippini*
  • 40 g semi di chia ammollati in 100 g di acqua
  • 30 g olio extra vergine di oliva
  • 25 g lievito di birra
  • 10 g sale
  • farina di riso integrale per spolvero

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete i semi di chia in una ciotola e copriteli con 100 g di acqua; mescolateli ogni tanto e dopo circa 15 minuti si sarà formata una densa mucillagine.
  2. Mettete tutte le farine nel vaso di una planetaria.
  3. Sciogliete il lievito di birra nei 700 g di acqua e aggiungete il tutto gradatamente alle farine nella planetaria mentre mescolate a velocità media. Aggiungete anche la mucillagine di chia e continuate a mescolare. Dopo 5 minuti, aggiungete anche l’olio e il sale e mescolate per altri 5 minuti.
  4. Adagiate l’impasto su un tagliere leggermente spolverato con farina di riso e con l’aiuto di una spolverata di farina appiattitelo leggermente in modo da ottenere una sorta di rettangolo. Lasciate riposare l’impasto per 10-15 minuti.
  5. Dividete l’impasto a metà, avvolgetelo leggermente in modo da formare una sorta di cilindro e mettetelo a lievitare in un cestino da pane in bambù leggermente allungato. Copritelo con un canovaccio e fate lievitare per almeno 1,5 ore in un luogo tiepido.
  6. Se cuocete il pane in casseruola, mettetela nel forno e preriscaldatelo a 230°C. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, togliete la casseruola dal forno facendo molta attenzione, rovesciatevi dentro il pane, chiudete con il coperchio e mettete in forno per 45 minuti. Trascorso questo tempo, togliete il coperchio e lasciate in forno per altri 10-15 minuti.
  7. Se cuocete il pane nel forno normalmente, preriscaldate il forno ventilato a 200°C, rovesciate il pane su una teglia ricoperta di carta forno e cuocetelo per 1 ora.

pane integrale croccante

La versione con glutine del Pane integrale croccante

Sostituite le farine per pane Nutrifree con due farine di frumento, ma impastatele con circa 600 g di acqua.

Avete voglia di qualcosa di sfizioso, profumato e dal sapore irresistibile? Provate questo Filone di pane con salsiccia e asparagi, perfetto per una merenda, uno snack o per portare allegria in tavola.

Potrete anche sostituire gli asparagi con un’altra verdura di stagione avendo l’accortezza di cuocerla leggermente prima di inserirla nel pane perché la cottura in forno all’interno dell’impasto potrebbe non essere sufficiente per portarla perfettamente a cottura.

Usate questo impasto anche per preparare buonissimi panini integrali senza glutine: saranno perfetti per essere farciti in un secondo momento o per raccogliere il fondo di un piatto di carne, come ad esempio il Gulash.

La ricetta del Filone di pane con salsiccia e asparagi

carboidrati 34 g per 100 g

Ingredienti per l’impasto del pane senza glutine

  • 420 g farina Mix per Pane Nutrifree**
  • 350 g acqua
  • 60 g farina di grano saraceno Molino Filippini*
  • 40 g olio extra vergine di oliva
  • 12 g lievito di birra
  • farina per spolvero
  • sale

Ingredienti per la farcia

  • 250 g salsiccia*
  • 200 g asparagi freshi o surgelati
  • 100 g vino bianco
  • 70 g formaggio tipo caciotta
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • semi di papavero
  • scorza di limone
  • peperoncino
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete la farina Nutrifree e la farina di grano saraceno in una planetaria. Iniziate a mescolare versando l’acqua in cui avrete sciolto il lievito di birra; mescolate per qualche minuto, poi aggiungete anche l’olio extra vergine e continuate a mescolare per almeno 5 minuti a velocità media. Infine aggiuntete il sale, mescolate per altri 2-3 minuti, quindi adagiate l’impasto su un tagliere di teflon leggermente spolverato di farina di riso e lasciatelo riposare per il tempo necessario a preparare la farcia.
  2. Mettete gli asparagi in una padella antiaderente con un filo d’olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale e portate a cottura.
  3. Sgranate la salsiccia in una padella antiaderente e fatela rosolare con i semi di finocchio; sfumate con il vino bianco e quando sarà evaporato, insaporite con una grattugiata di scorza di limone e un pizzico di peperoncino; portate a cottura, quindi allontanate dal fuoco.
  4. Stendete l’impasto del pane formando un rettangolo di circa 45 x 25 cm. Adagiate gli asparagi nel centro del rettangolo formando una striscia orizzontale fino a circa 2 cm dai bordi laterali, ricopriteli con la salsiccia e infine con i pezzetti di caciotta. Richiudete il rettangolo a portafoglio sopra il ripieno e sigillate le estremità.
  5. Spennellate il filone con l’uovo sbattuto, spolverate con i semi di papavero e mettete a lievitare in un luogo tiepido per circa 2 ore o comunque fino al raddoppio del volume.
  6. Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 200°C per 50 minuti.

filone di pane con salsiccia e asparagi

La versione con glutine del Filone di pane con salsiccia e asparagi

Sostituite la farina Nutrifree con pari quantità di farina di frumento e riducete il quantitativo d’acqua in modo da ottenere un impasto sodo.

 

Chi può resistere alla Focaccia senza glutine con farina di lenticchie? A casa nostra va a ruba perché è buona, soffice, profumata e più amica delle glicemie rispetto alle focacce classiche. Guardate come prepararla!

Adoro la focaccia perchè è facile da porzionare, congelare e farcire al volo la mattina prima di andare a scuola anche appena tolta dal congelatore: in questo modo arriverà all’ora dell’intervallo perfetta per essere gustata.

L’aggiunta della farina di lenticchie contribuisce a ridurre l’indice glicemico della focaccia e le conferisce un colore dorato leggermente arancione davvero piacevole alla vista. Servitela farcita con quello che più vi piace o gustatevela da sola: qualsiasi forma scegliate, non vi deluderà!

Se amate le focacce, provate anche la Focaccia senza glutine al grano saraceno e mais.

La ricetta della Focaccia con farina di lenticchie     

carboidrati 43 g per 100 g

 

Ingredienti

  • 400 g acqua
  • 250 g farina Mix B Schär** (per versione con glutine, vd. sotto)
  • 250 g farina Fibreban Farmo per pane**
  • 200 g latte
  • 100 g farina di lenticchie Miks*
  • 30 g olio extra vergine di oliva
  • 17 g lievito di birra
  • 10 g sale
  • olio extra vergine di oliva per stendere la focaccia e per l’emulsione
  • sale grosso
  • origano
  • acqua per l’emulsione

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Versate acqua e latte in un robot da cucina o nel Bimby e scioglietevi dentro il lievito di birra.
  2. Versiamo le farine nel robot con i liquidi e impastiamo aggiungendo olio e sale fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso.
  3. Versatelo su una teglia da forno ricoperta di carta forno, ungetevi bene le mani e versate un buon quantitativo di olio sulla superficie per aiutarvi a stendere l’impasto, affondando leggermente le dita per conferire l’aspetto tipico alla focaccia.
  4. Lasciate lievitare per circa 2 ore o comunque fino a quando l’impasto sarà raddoppiato di volume. Spolverate con una macinata di sale grosso e origano secco.
  5. Cuocete per circa 25 minuti in forno ventilato preriscaldato a 200°C.
  6. Lasciate intiepidire la focaccia e spennellate la superficie con un’emulsione di acqua e qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva.

focaccia con farina di lenticchie

La versione con glutine della Focaccia con farina di lenticchie

Sostituite le farine Schär e Fribrepan con 500 g di farina di frumento e riducete il quantitativo totale di liquidi (acqua e latte) a 420 g anziché 600.

Avete poco tempo a disposizione, ma avete voglia di qualcosa di sfizioso e versatile? I Mini grissini al saraceno saranno una versa sorpresa. Guardate come prepararli sul mio canale YouTube!

Pochissimi ingredienti, veloci e facili da preparare, li potrete usare per un aperitivo o per rendere ancora più ricco il cestino del pane, magari abbinandoli a della Focaccia al grano saraceno e mais.

La base è una pasta brisèe il cui sapore è arricchido dai semi di sesamo frullati che ci permettono di ridurre il quantitativo di sale contenuto, ma non dimentichiamo che sono Mini grissini al saraceno che contengono burro, quindi non esageriamo nel consumo…visto che sono irresistibili!

Infine, i semi di sesamo sono ricchi di calcio, oltre a contenere Omega 3 ed Omega 6, quindi sono ottimi integratori per gli intolleranti al lattosio e per prevenire l’osteoporosi.

La ricetta dei Mini grissini al saraceno   

carboidrati 49,7 per per 100 g

Ingredienti

  • 130 g farina per pane Nutrifree** (per versione con glutine, vd. sotto)
  • 60 g farina di grano saraceno*
  • 80 g burro
  • 40 g acqua
  • 1 albume d’uovo
  • 20 g semi di sesamo
  • 1 pizzico di sale

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione dei Mini grissini al saraceno

  1. Mettete i semi di sesamo in un frullatore e frullate in modo da ottenere una farina.
  2. In una terrina mescolate tutti gli ingredienti: la farina di sesamo, la farina per pane e la farina di grano saraceno, un pizzico di sale, il burro freddo a pezzettini, l’albume e l’acqua e mescolate in modo da ottenere un composto omogeneo.
  3. Formate una palla con l’impasto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigorifero per 1 ora.
  4. Prendete dei pezzetti di impasto e formate dei cilindri di 1 cm di diametro, tagliateli in pezzi di 3-4 cm di lunghezza e adagiateli su una teglia foderata con carta forno.
  5. Cuocete i grissini in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti.
I mini grissini al saraceno pronti per essere gustati come stuzzichino

I mini grissini al saraceno pronti per essere gustati come stuzzichino

La versione con glutine dei Mini grissini al saraceno

Sostituite la farina Nutrifree con 150 g di farina per pane ed eventualmente riducete il quantitativo di acqua se l’impasto dovesse risultare troppo morbido.

Focaccine allo yogurt significa pane fatto in casa che è una delle preparazioni che più ci regala soddisfazioni: cosa c’è di più bello della fragranza del pane nel forno che profuma l’ambiente? Ma non sempre abbiamo il tempo per lasciarlo lievitare e cuocere in forno per 45 minuti o più. Ecco allora queste semplici:

Focaccine allo yogurt senza glutine preparate con lievito istantaneo e farina integrale.

Quindi un pane comodo, fatto in casa, pronto in pochi minuti: abbiamo solo bisogno di 30 minuti per lasciare riposare l’impasto, ossia il tempo necessario per apparecchiare la tavola, condire l’insalata e servire le altre portate o gli ingredienti con cui farcire le nostre focaccine. E oltre a poterlo preparare con e senza glutine, questa versione integrale è molto amica anche del diabete grazie al contenuto di fibra e dello yogurt che rallentano la velocità di assorbimento dei carboidrati.

Un pane che viene dall’oriente

Nella cucina di molti paesi dell’Asia Centrale e Meridionale, oltre che del Medio Oriente, vengono preparate tipologie di pane dalla forma piatta e arrotondata che si prestano ad accogliere pietanze a base di carne, pesce e verdure in pezzi piccoli che rendono il consumo agevole anche come cibo da strada.

Una delle tipologie più popolari di questi pani è il Naan, un pane reso famoso dai ristoranti indiani ormai presenti in tutto il mondo. Viene servito caldo per accompagnare le altre pietanze e condito con burro o ghee (burro chiarificato usato in questa cucina) oltre ad essere aromatizzato con spezie ed erbe.

Per praticità, oggi viene preparato utilizzando il lievito istantaneo e lo yogurt nell’impasto al posto dell’acqua per renderlo più morbido. E mentre in India per cuocerlo si utilizza il caratteristico forno di argilla chiamato Tandoor, il forno utilizzato per cucinare il pollo tandoori, forse il piatto della cucina indiana più conosciuto fuori dal paese d’origine e sempre presente nei menù di questi ristoranti etnici, noi utilizzeremo una semplice padella antiaderente con il fondo spesso.

Nella video ricetta potete vedere come preparare le focaccine integrali allo yogurt e vi suggerisco di servirle alla maniera emiliana, quindi con alcuni dei prodotti di questa terra come formaggio Squacquerone e Prosciutto di Parma, ma quando avrete un attimo di tempo vi invito a provare le focaccine con qualche piatto di carne e verdure accompagnati da salse al curry e alle spezie che vi faranno sicuramente viaggiare con i sapori in questo momento in cui farlo fisicamente risulta ancora piuttosto difficile.

Focaccina allo yogurt farcita

Focaccina allo yogurt farcita

Focaccine allo yogurt integrali 

carboidrati 38,32 g per 100 g

Ingredienti per 12 focaccine

  • 400 g yogurt greco zero grassi
  • 300 g Preparato per pane nero Massimo Zero**
  • 100 g farina di riso integrale* (potete anche cambiare le proporzioni e fare 350 g di Preparato per pane nero Massimo Zero** e 50 g di farina di grano saraceno: le focaccine saranno più scure e sarà più semplice stenderle)
  • 8 g lievito per torte salate*
  • erbe aromatiche a piacere (facoltative)
  • pomodorini secchi a piacere (facoltativi)
  • sale
  • farina per spolvero

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mescolate la farina con lo yogurt, il lievito e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto omogeneo.
  2. Ricopritelo con pellicola trasparente e fatelo riposare per 30 minuti.
  3. Dividete l’impasto in 3 parti e aromatizzate una parte con un trito di erbe aromatiche, una seconda parte con pomodorini secchi a piacere e lasciate la terza parte neutra. Infine, dividete l’impasto in modo da ottenere 4 pezzetti di ogni tipo, formate delle palline, poi stendetele con un mattarello dello spessore di 3-4 mm.
  4. Scaldate una padella antiaderente o una piastra liscia, quando sarà ben calda, adagiate le focaccine e fatele cuocere su entrambi i lati fino a quando saranno marroncine, con bolli più scuri simili ad una piadina.
Cottura della focaccina

Cottura della focaccina

5. Servite le focaccine con accompagnamenti a piacere. E se vi piacciono le focaccine e avete un po’ più di tempo a disposizione, provate anche quelle con le patate.

Focaccine allo yogurt con Squacquerone,Prosciutto di Parma e rucola

Focaccine allo yogurt con Squacquerone,Prosciutto di Parma e rucola

 

Versione con glutine

Sostituite il Preparato per Pane nero Massimo zero e la farina di riso con 400 g di farina integrale e impastatela con 350 g di yogurt greco zero grassi.

Le baguette farcite per picnic sono un’idea fantastica non solo per una scampagnata, ma anche per un pranzo al lavoro. A differenza di quanto spesso si pensa, un panino può essere sano e completo, oltre ad essere buono e appetitoso, come in questa ricetta ricca di verdure fresche.

Le mini-baguette rappresentano quindi una soluzione per grandi e piccini e per tutti i gusti!

Se decidete di portarle per il pranzo in ufficio o per un picnic e non avete tempo di preparare il pane fresco, potete congelare le pagnotte e farcirle non appena si saranno ammorbidite leggermente dopo averle tolte dal freezer, così quando sarà il momento di mangiarle, saranno ancora morbide e profumate.

L’altra caratteristica che adoro delle baguette farcite è che hanno un ripieno abbondante e succulento, ma grazie al modo in cui sono preparate sono facili da trasportare e conservare e si riduce il rischio di sporcare il cestino o altro contenitore in cui le metterete.

E la farcia? Sbizzarritevi, amici, questa è solo un’idea tra migliaia possibili!

 

La ricetta delle Baguette farcite per picnic

65,81 g di carboidrati per 100 g di baguette non farcite

Ingredienti per il primo impasto delle baguette

  • 400 g acqua
  • 330 g farina per Pane Caputo Fioreglut**
  • 170 g farina di riso integrale*
  • 5 g lievito di birra

 

Ingredienti per il secondo impasto delle baguette

  • 200 g farina Mix per Pane Nutrifree**
  • 110 g acqua
  • 50 g farina di grano saraceno*
  • 40 g latte
  • 10 g lievito di birra
  • 10 g sale
  • farina di riso integrale* per spolvero
  • olio extra vergine di oliva

Ingredienti per la farcia

  • 9 fette di formaggio Primosale
  • 9 foglie di lattuga
  • 1 pomodoro
  • 1 avocado
  • ½ limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • tonno sott’olio (opzionale)
  • sale, pepe, olio extravergine di oliva

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Impastate gli ingredienti per il primo impasto in modo da ottenere un composto omogeneo; mettetelo in una terrina capiente, ricopritela di pellicola trasparente e mettetela in frigorifero a lievitare per 12 ore.
  2. Riprendete l’impasto e aggiungetevi tutti gli ingredienti del secondo impasto; mescolate bene, possibilmente in una planetaria, quindi coprite nuovamente con pellicola trasparente e mettete a lievitare per 1 ora in un luogo tiepido.
  3. Adagiate l’impasto su un tagliere leggermente infarinato e suddividetelo in 9 pezzi.
  4. Appiattite ogni pezzo formando un rettangolo di circa 10×15 cm, arrotolatelo dal lato corto in modo da formare un cilindro; spennellate le mini-baguette con olio extra vergine di oliva.
  5. Fate lievitare le mini-baguette per altri 30 minuti, quindi cuocetele in forno ventilato preriscaldato a 200°C per circa 35 minuti.
  6. Lasciate raffreddare le mini-baguette e nel frattempo preparate la salsa di avocado. Mettete la polpa di un avocado maturo in un frullatore, aggiungete il succo di mezzo limone, un ciuffetto di prezzemolo tritato, sale e pepe, quindi frullate in modo da ottenere una salsa liscia ed omogenea.
  7. Prendete le mini-baguette, tagliatele a metà, svuotate l’interno di entrambe le metà e iniziate a farcire la base del panino. Come tagliare le baguetteCome svuotare le baguetteBaguette svuotate pronte per essere farcite
  8. Mettete un filo d’olio extra vergine sul fondo, un pizzico di sale, una macinata di pepe; formate uno strato con una fettina di pomodoro, ricopritela con la crema di avocado, adagiate sopra una fetta di Primosale, mettete un altro strato di salsa di avocado e una fettina di pomodoro.
  9. Adesso prendete la parte superiore della mini-baguette, sempre svuotata e leggermente irrorata di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Tagliate a striscioline una fetta di lattuga e comprimetela bene all’interno della cavità della baguette; se decidete di mettere il tonno, adagiatelo sopra la lattuga; richiudete la mini-baguette e sigillatela chiudendola con un filo di spago oppure con della pellicola in modo che sia ben stretta.
  10. Lasciate riposare le mini-baguette ben sigillate fino al momento del consumo, quando le potrete tagliare a metà per vedere bene il contenuto e poterle addentare con facilità.

 

Baguette farcite

 

Versione con glutine

Per il primo impasto, sostituite la farina Caputo e la farina di riso con una farina per pane o pizza e mescolatela con 275 g di acqua; per il secondo impasto, sostituite la farina Nutrifree e la farina di grano saraceno con 100 g di acqua senza aggiungere latte.

 

Treccia di pan brioche significa soprattutto colazione, sicuramente il pasto più importante della giornata perché ci permette di fare il pieno di carburante che ci servirà per affrontare gli impegni che ci attendono.

Non c’è nulla quindi di più sbagliato che limitarla ad un caffè o un tè veloci, senza accompagnarli con il giusto apporto di nutrienti. E’ vero che a volte non si ha voglia di mangiare appena alzati e questo accade anche ai ragazzi nel periodo scolastico, se li svegliamo presto e li dobbiamo costantemente incalzare per prepararsi rapidamente per non arrivare in ritardo per il suono della campanella.

E se in questo inizio 2020 non abbiamo dovuto lottare con i figli per svegliarli prima delle 7, è rimasta però la fatica di convincerli a consumare una buona colazione per non arrivare alle 11 del mattino affamati e alla disperata ricerca del proibito… per lo meno il proibito a casa nostra dove le merendine industriali, siano esse dolci o salate, sono un tabù assoluto: perdonatemi, ma questa è una delle regole sulle quali sono inamovibile!

Se volete un aiuto in questo senso, direi che la Treccia di pan brioche è un ottimo alleato! Chi può dire di no ad una fetta leggermente tostata di profumato pan brioche accompagnata da un filo di marmellata? Probabilmente nessuno, nemmeno gli anti-colazione più ostinati.

Quindi preparatelo nella forma che preferite: delle mini veneziane monoporzione (attenzione che in questo caso il tempo di cottura lo dovrete ridurre a 20-25 minuti) oppure la treccia che vi spiego nella ricetta che potrete tagliare a fette, una volta cotta e raffreddata, e conservare perfettamente nel congelatore fino a pochi minuti prima del loro consumo. Scongelato brevemente nel microonde e passato nel tostapane, il vostro pan brioche sarà come appena fatto.

Vi ho convinto? Guardate qui come prepare la ricetta. Vedrete che la vostra giornata sarà “buona come il pane”!

 

Treccia di pan brioche     

carboidrati 44,71 g per 100 g senza granella di zucchero

 Ingredienti per il primo impasto

  • 250 g farina per Pane e Paste Lievitate BiAglut**
  • 200 g latte parzialmente scremato
  • 25 g lievito di birra

Ingredienti per il secondo impasto

  • 300 g farina preparato Universale per prodotti da forno Massimo Zero** oppure Preparato per Pane Nutrifree**
  • 120 g latte parzialmente scremato
  • 100 g burro
  • 40 g zucchero
  • 2 uova
  • 10 g sale
  • granella di zucchero*

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione della Treccia di pan brioche

  1. Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido e aggiungetelo alla farina in una terrina o in un robot, mescolate fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Formate una palla, incidete un taglio a croce sulla superficie e lasciatela riposare in una terrina ricoperta da un canovaccio fino a quando non sarà raddoppiata di volume (circa 1 ora nel forno con funzione lievitazione oppure 1,5 ore in un luogo tiepido).
  2. Quando questo primo impasto sarà ben lievitato, in una seconda terrina o nella planetaria, mettete gli altri 300 g di farina e iniziate a mescolare; aggiungete gradatamente il burro morbido, 1 uovo intero e 1 tuorlo (conservate l’albume per spennellare la superficie delle brioche), il panetto lievitato, il sale, lo zucchero e iniziate ad aggiungere anche il latte fino a quando non sarà completamente incorporato.
  3. Adagiate l’impasto su un tagliere infarinato, tagliate l’impasto in 3 parti uguali e formate un lungo cilindro da ogni pezzo e infine intrecciate i cilindri in modo da formare una treccia che adagerete in un capiente stampo da plumcake antiaderente. Spennellate la superficie con l’albume che avete tenuto da parte e lasciate lievitare per circa 1 ora o 1,5 ore spennellando ogni tanto con l’albume.
  4. Quando la treccia risulta gonfia e lievitata, spennellate nuovamente la superficie, completate con granella di zucchero a piacere poi cuocete in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti coprendo la superficie con un foglio di carta stagnola per evitare che diventi troppo colorita.
Treccia di pan brioche pronto per la colazione

Treccia di pan brioche pronto per la colazione

 

La versione con glutine della Treccia di pan brioche

Sostituite le farine senza glutine con una farina convenzionale di vostra scelta, anche multicereale o integrale, e riducete il latte utilizzato per il secondo impasto a 80-100 g.

 

Vi avevo promesso un viaggio nei panificati senza glutine, quindi la tappa d’obbligo era questo Pane nero ai semi di lino. Oltre ad utilizzare un preparato ricco di fibre e semi di girasole, ho pensato di aggiungere anche dei semi di lino per beneficiare di tutte le qualità che contengono al loro interno. Prendersi cura di sé mangiando un buon pane mi pare un’ottima soluzione.

I semi di lino sono ricchi di acidi grassi essenziali Omega 3, 6 e 9, promuovono l’espulsione del colesterolo LDL e favoriscono la sintesi del colesterolo buono HDL, prevenendo quindi l’insorgere di malattie cardio-vascolari. Inoltre aiutano a smaltire i trigliceridi, mantenendo le arterie pulite e regolando la pressione sanguigna. E infine contengono vitamine del gruppo B, vitamina C ed E, sali minerali ed acidi grassi essenziali: insomma dei veri e propri integratori alimentari naturali.

La cosa importante da sottolineare è che per riuscire digerire i semi di lino e quindi a trarne tutti i benefici, è indispensabile spezzarli e/o frullarli in quanto la loro parte esterna estremamente dura rende impossibile la loro digestione se ingeriti interi.

A questo punto non ci rimane altro che iniziare ad impastare e aspettare con piacere che la casa si riempia dell’inconfondibile fragranza del pane appena fatto. E potete guardare la videoricetta qui.

Le pagnotte di pane nero con i semi di lino

Le pagnotte di pane nero con i semi di lino

Pane nero ai semi di lino  

carboidrati 40,37 g per 100 g

Ingredienti

  • 450 g Preparato per pane nero Massimo Zero**
  • 370 g acqua
  • 40 g semi di lino* (da ammollare in 40 g di acqua)
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 17 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • farina di riso integrale* per lo spolvero
  • olio extra vergine di oliva per spennellare

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete i semi di lino in ammollo in 40 g di acqua, lasciateli riposare per una decina di minuti e frullateli leggermente.
  2. Versate il preparato per pane nero nel vaso della planetaria, aggiungete i semi di lino frullati poi mescolate per qualche minuto a bassa velocità.
  3. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida e versate il tutto nella planetaria. Mescolate a velocità media per circa 5 minuti, infine aggiungete sale e olio e mescolate ancora per qualche minuto. Quando l’impasto sarà liscio ed omogeneo, fermate la planetaria e adagiate l’impasto su un tagliere leggermente infarinato.
  4. Sempre con l’aiuto di un po’ di farina di riso integrale, appiattite leggermente l’impasto e lasciatelo puntare, ossia pre-lievitare, direttamente sul tagliere per circa 15 minuti.
  5. Con l’aiuto di una raspa, dividete l’impasto in due parti, avvolge leggermente ogni metà su se stessa per arrotondarla un po’ e mettetela a lievitare in un cestino da lievitazione in un luogo tiepido per circa 1,5 ore.
  6. Una volta che il pane sarà lievitato, rovesciate le due pagnotte su una teglia ricoperta da carta forno oppure su un tappetino di silicone traforato. Spennellate la superficie con olio extra vergine di oliva, incidete la superficie con un taglio a croce e mettete il forno statico preriscaldato a 230°C per 10 minuti. Abbassate la temperatura a 200°C, quindi portate a cottura lasciando il pane nel forno per altri 35 minuti tenendo controllata la cottura che varia leggermente in base al forno.
  7. Togliete dal forno e lasciate intiepidire il pane prima di tagliarlo.

La versione con glutine del Pane nero ai semi di lino

Sostituite il Preparato per pane nero Massimo Zero con farina Petra 9 oppure farina Multicereale QB e impastatela con 300 g di acqua anziché 370 g.

Durante la Settimana nazionale della celiachia non potevo non condividere una ricetta per preparare una splendida Fantasia di pane bianco senza glutine, l’alimento che rappresenta la principale sfida nel quotidiano di chi non può assumere glutine.

La mia scelta è andata su un preparato ricco di fibre, il Preparato Universale per prodotti da forno Massimo Zero, perché le fibre sono un prezioso alleato nel controllo della glicemia di cui ci aspettiamo risposte “al rialzo” quando consumiamo il pane senza glutine, generalmente ricco di carboidrati e povero di fibre.

Se la presenza di fibre nel preparato è utilissima dal punto di vista nutrizionale, la rende però leggermente più “difficile” da lavorare perciò avere a disposizione un’impastatrice o un robot ci facilita il compito e ci assicura risultati davvero ottimi.

Proprio per questo ho pensato che condividere una video ricetta potesse essere estremamente utile per preparare un pane gustosissimo senza alcuna difficoltà. Allora buona visione e buona cucina!

La ricetta della Fantasia di pane bianco senza glutine  

carboidrati 44,19 g per 100 g

Ingredienti

  • 500 g Preparato Universale per prodotti da forno Massimo Zero**
  • 240 g acqua
  • 240 g latte
  • 50 g semi misti* (da ammollare in 50 g di acqua)
  • 40 g olio extra vergine di oliva
  • 17 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • farina di riso integrale* per lo spolvero
  • olio extra vergine di oliva per spennellare
  • acqua per ammollare i semi misti

Preparazione

  1. Mettete i semi misti in una ciotolina e ricopriteli appena di acqua, quindi lasciateli riposare mentre impastate il pane affinché assorbano completamente il liquido.
  2. Agitate bene il sacchetto del preparato prima di versarlo nel vaso della planetaria, poi azionatela per qualche minuto a bassa velocità con il solo preparato Massimo Zero.
  3. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida, versatelo nella planetaria e aggiungete anche l’acqua restante e il latte. Mescolate a velocità media per circa 5 minuti, infine aggiungete sale e olio. Fermate la planetaria per staccare l’impasto dalle pareti del vaso e azionatela ad alta velocità per pochi secondi affinché l’olio venga perfettamente incorporato nell’impasto. Quando l’impasto sarà liscio ed omogeneo, fermate la planetaria e togliete metà dell’impasto adagiandolo su un tagliere leggermente infarinato.
  4. Aggiungete i semi all’impasto rimasto nella planetaria e mescolate a velocità sostenuta affinché vengano completamente incorporati.
  5. Formate delle pagnottelle o treccine delle dimensioni desiderate (io ho formato 4 pagnotte con l’impasto bianco e 5 treccine con l’impasto con i semi) differenziando la forma in base all’impasto. Spennellate la superficie con olio extra vergine di oliva e mettete a lievitare in luogo tiepido per circa 2 ore oppure nel forno con funzione lievitazione per circa 1 ora e un quarto.
La lavorazione dell'impasto

La lavorazione dell’impasto

6. Portate il forno a 200°C, spennellate nuovamente la superficie del pane con olio e infornate. Lasciate cuocere per circa 40 minuti tenendo controllata la cottura che varia leggermente in base al forno e, soprattutto, alla pezzatura del pane.

7. Togliete dal forno e lasciate intiepidire il pane prima di tagliarlo.

L'interno dei panini

L’interno dei panini

Le Focaccine soffici di patate per me sono legate indelebilmente alla mia nonna paterna. Infatti, per tantissimi anni, la tradizione di casa nostra è stata quella di fare il pane una volta alla settimana, in grandi quantità, da cuocere nel forno a legna all’interno dell’aia.

La cosa di cui conservo il ricordo più piacevole è il momento in cui si poteva mangiare la “Torta del forno”, ossia una versione di focaccine soffici alle patate che la nonna preparava aggiungendo ad una pagnotta di pane una patata bollita e schiacciata, olio extra vergine di oliva e sale. Il nuovo piccolo impasto (o a volte grande impasto per il desiderio di tutti di mangiarsi questa delizia) veniva steso con il mattarello, tagliato a strisce di circa 15 x 7 cm e buttato sui mattoni del forno a legna per testarne la temperatura. Infatti, il nostro forno a legna non ha mai avuto un termometro, così in base al colore della superficie delle strisce di pane si poteva capire se il forno era troppo caldo, e quindi dovevamo aspettare ad infornare il pane, o non era sufficientemente caldo, e dovevamo quindi bruciare altra legna al suo interno.

Queste focaccine son un omaggio a quel sapore, anche se la cottura nel forno a legna conferisce sicuramente profumi e sapori diversi. Tuttavia, vi posso assicurare che alla mia nonna, che è ancora in ottima forma con i suoi 94 anni, questa versione è piaciuta davvero tanto.

La ricetta delle Focaccine soffici alle patate

carboidrati 43,66 g per 100 g

Ingredienti

  • 400 g acqua
  • 300 g patate
  • 220 g farina Preparato universale per prodotti da forno Massimo Zero**
  • 170 g farina per pane Fioreglut Caputo**
  • 60 g farina di riso integrale*
  • 30 g farina di grano saraceno*
  • 40 g olio extra vergine di oliva
  • 16 g lievito
  • sale, origano, pomodorini, olive, farina di riso per formatura

**Ingredienti specifici per celiachi

*Ingredienti di cui verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Fate bollire le patate, sbucciatele, schiacciatele e fatele raffreddare.
  2. Impastate gli altri ingredienti, formate un panetto, spennellatelo con un filo d’olio, copritelo con pellicola trasparente e fatelo lievitare per 1,5 ore o comunque fino al raddoppio del volume.
  3. Reimpastate con la planetaria aggiungendo le patate schiacciate, mescolate velocemente bene, quindi prendete delle cucchiaiate di composto, stendetelo prima con le mani, poi con il mattarello usando abbondante farina di riso e con un coppapasta tagliate dei dischi spessi circa 2 cm e larghi 10 cm di diametro. Adagiateli su una teglia da forno ricoperta di carta forno e lasciateli lievitare di nuovo per circa 30 minuti.
  4. Spennellate la superficie con un filo d’olio e insaporite a piacere con origano, olive, pomodori, ecc.
  5. Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 40 minuti.

Per vedere la video ricetta, clicca qui.

La ricetta con glutine delle Focaccine soffici alle patate

Sostituite le farine Massimo Zero e Caputo con farina di frumento e riducete l’acqua a 300 g.