Polpette di baccalà 13,18 g di CHO per 100 g di polpette senza sugo di accompagnamento

Queste polpette sono state ispirate da quelle mangiate all’Osteria del baccalà a Vairano Scalo, in provincia di Caserta, gestita da Antonio Ruggiero, docente presso l’Istituto alberghiero ISISS Marconi della stessa località.

Partendo dal racconto della preparazione di Antonio, ho provato a rifarle e devo ammettere che il risultato ottenuto non è molto lontano dall’originale. La differenza certa è che in questa ricetta vengono impanate nella farina di mais, mentre in quella originale dell’Osteria si utilizza la farina bianca.

Ingredienti per le polpette

440 g merluzzo dissalato

150 g patate bollite

100 g ricotta di pecora o bufala

65 g farina di mais per polenta*

50 g latte

35 g pane bianco senza glutine**

5 g capperi sotto sale

prezzemolo

olio per friggere

sale e pepe

olio extra vergine di oliva

 

Ingredienti per il sugo di accompagnamento

300 g passata di pomodoro Ciro Flagella

25 g triplo concentrato o estratto di pomodoro

1 spicchio d’aglio

olio extra vergine di oliva

peperone Crusco secco tritato oppure paprika dolce

peperoncino

sale

**Prodotti specifici per celiaci

*Prodotti a rischio contaminazione

 

Preparazione

Fate cuocere il baccalà dissalato per 20 minuti in un tegame ricoprendolo con acqua e latte in pari quantità. Rimuovete la pelle, le eventuali lische e lasciatelo intiepidire.

Fate bollire le patate, poi sbucciatele e tagliatele a dadini. Mettete il pane in ammollo nel latte.

Preparate il sugo di accompagnamento. Mettete un filo abbondante di olio extra vergine di oliva in un tegame e fatevi rosolare 1 spicchio d’aglio; aggiungetevi il concentrato di pomodoro e stemperatelo con un goccio d’acqua, poi versate anche la passata; aggiustate di sale e cuocete per 15 minuti. Insaporite con il peperone Crusco tritato, oppure la paprika, e il peperoncino.

Mettete il baccalà cotto in una terrina, sbriciolatelo con una forchetta, quindi aggiungete le patate a dadini, il pane ammollato, la ricotta, i capperi e il prezzemolo tritati e un pizzico di pepe. Formate delle palline di 30 g ciascuna, passatele in un piatto contenente un filo d’olio extra vergine d’oliva in modo che vi si attacchi la farina di mais per polenta sulla superficie quando vengono fatte rotolare sulla stessa.

Friggete le polpette in abbondante olio di semi di arachidi fino a quando non saranno ben dorate e servitele accompagnate con il sugo di pomodoro piccante.

Versione con glutine: sostituire il pane senza glutine con pane comune.

ozedf

ozedf

2 commenti
  1. Ada Rossi
    Ada Rossi dice:

    Mmmm…devono essere proprio buone????
    Semplici da realizzare, mi piace molto l’abbinamento degli ingredienti.
    Brava Ilaria…proverò a replicare

    Rispondi
    • Ilaria
      Ilaria dice:

      Ciao Ada!
      Scusa se ti rispondo solo ora…mi ero persa il tuo messaggio 🙁
      Beh, se il maestro è Antonio, non si sbaglia!!!!
      Un abbraccio

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *