Articoli

Dolce e salato insieme, ma anche menta e cioccolato che si incontrano, la nostra ricetta di oggi è un mix di sapori e contrasti: Triangoli di sfoglia all’after eight.
Una piacevole sfoglia che racchiude un ripieno morbido dal gusto intenso. Insomma, uno stuzzicante primo piatto per sorprendere con qualcosa di nuovo e inaspettato.

Se amate la pasta fresca, provate anche i Culurgiones ogliastrini: un’opera d’arte di fattura e gusto!

 

La ricetta dei Triangoli di sfoglia all’after eight

carboidrati 29,48 g per 100 g

Ingredienti per la sfoglia per 8 persone

  • 500 g farina Preparato senza glutine Dallagiovanna speciale per pasta fresca**
  • 5 uova intere
  • 15 g cacao amaro
  • 40 g acqua
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 3 g sale

Ingredienti per la farcia

  • 400 g patate bollite e schiacciate300 g formaggio pecorino fresco dolce grattugiato
  • 30 g pecorino di media stagionatura grattugiato
  • 30 g olio di oliva
  • 10 g menta sminuzzata
  • 1 spicchio d’aglio tritato finemente
  • latte e sale

** Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Preparate la pasta mescolando farina, uova, cacao, acqua, olio e sale a mano oppure in una planetaria. In pochissimo tempo, otterrete un impasto liscio ed elastico. Avvolgetelo in una pellicola trasparente e lasciatelo riposare.
  2. Nel frattempo, preparate il ripieno.
    Mettete in una terrina il formaggio grattugiato e le patate schiacciate, mischiate bene fino a formare un impasto omogeneo; in un tegamino fate scaldare l’olio d’oliva e appena sarà caldo aggiungetevi l’aglio sminuzzato e girate; spegnete il fuoco e aggiungete la menta sminuzzata. Lasciate riposare un minuto, quindi versate l’olio aromatico sull’impasto di patate e pecorino. Amalgamate bene, aggiustate di sale e, se l’impasto dovesse risultare troppo consistente, ammorbidite con qualche cucchiaio di latte tiepido.
  3. A questo punto, prendete la pasta e stendetela con una sfogliatrice al penultimo o terz’ultimo foro; con una rotella dentata tagliate dei quadrati di 8 cm di lato.
    Con un cucchiaino, o con le mani, posizionate il ripieno nel centro del quadrato, quindi richiudete formando un triangolo e schiacciando i lembi in modo da sigillare bene il raviolo.
    Portate l’acqua ad ebollizione, salatela leggermente e buttate delicatamente i triangoli. Dopo qualche minuto, scolateli e conditeli con burro fuso assieme a qualche foglia di menta e parmigiano o pecorino grattugiati.

Triangoli-di-sfoglia-after-eight-ph-chiara-marando

La versione con glutine dei Triangoli di sfoglia all’after eight

Sostituite la farina senza glutine con farina convenzionale e riducete il quantitativo di acqua usata a 15 g.

Ma quanto è piacevole respirare il profumo del pane appena sfornato? Riesce a regalare alla casa quel tocco in più di avvolgente calore che rasserena. Che il pane ci piaccia molto ormai è cosa risaputa, ma oggi abbiamo scelto di proporvelo in una versione alternativa e gustosa da assaporare fetta dopo fetta: Treccia di pane alle olive.

Pronti per mettere le mani in pasta? Provate anche i Panini alle verdure.

La ricetta della Treccia di pane alle olive

carboidrati 45,58 g per 100 g

Ingredienti

  • 450 g acqua
  • 450 g farina Mix per Pane Nutrifree**
  • 70 g olive denocciolate
  • 50 g farina di grano saraceno
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 20 g germinato di grano saraceno (facoltativo)
  • 12 g lievito di birra (1/2 cubetto)
  • 5 g sale
  • olio per spennellare la superficie, farina per la spianatoia

**Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito nell’acqua, aggiungete l’acqua alle farine, in una terrina o in un robot, e mescolate. Unite anche l’olio, il sale e le olive tritate, quindi continuate ad impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciate lievitare l’impasto per circa 1 ora.

treccia-di-pane-alle-olive-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

2. Suddividetelo in tre parti uguali, formate tre cilindri ed intrecciateli tra loro in modo da formare una treccia. Adagiate la treccia su una teglia ricoperta di carta forno e lasciatela lievitare per circa 1 ora o fino a quando non risulterà ben gonfia.

treccia-di-pane-alle-olive-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

3. Cuocete in forno statico preriscaldato a 190°C per circa 30 minuti.

treccia-di-pane-alle-olive-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

Lo sappiamo è presto, ma noi stiamo già pensando all’aperitivo del venerdì sera e, questa volta, abbiamo deciso che sarà casalingo.
Quindi condividiamo con voi la ricetta di una stuzzicante salsa da assaporare con croccanti nachos: la Salsa Guacamole. Potete accompagnarla anche con i Cracker al teff.

Cosa ne dite? Noi abbiamo già l’acquolina.

La ricetta della Salsa Guacamole

carbodrati 1,86 g per 100 g

Ingredienti

  • 200 g avocado (la polpa di 1 avocado)
  • 30 g succo di lime o limone
  • 10 g cipolla o cipollotto
  • 3 g sale
  • 2 g coriandolo o prezzemolo
  • 1-2 g aglio tritato finissimo
  • pepe, peperoncini e, a piacere, pomodoro a pezzetti

Preparazione della Salsa Guacamole

  1. Mettete la polpa di avocado in un frullatore, aggiungete il succo di lime, o limone, e frullate bene. Aggiungete poi tutti gli altri ingredienti tritati molto finemente.
  2. Aggiustate di sale, pepe e peperoncino ed, eventualmente, aggiungete un pomodoro tagliato a pezzetti.
    Servite la salsa guacamole con nachos oppure usatela per farcire delle tortillas assieme a del gustoso Chilli con carne.

salsa-guacamole-senza-glutine-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

La versione con glutine della Salsa Guacamole

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Avete presente quelle serate in cui si desidera mangiare qualcosa di veramente succulento per concedersi un premio dopo la lunga giornata o settimana lavorativa?
Ecco, proprio pensando a questo, in un pomeriggio dove a far da padrone era l’appetito, abbiamo deciso di preparare il Gulash.

Avete già l’acquolina vero?

Allora ecco la ricetta!

La ricetta del Gulash

carboidrati 5,8 g per 100 g

Ingredienti

  • 1 kg spalla di manzo
  • 400 g cipolla
  • 250 g peperone giallo (circa 1 peperone pulito)
  • 250 g peperone rosso (circa 1 peperone pulito)
  • 150 g carota
  • 50 g paprika dolce
  • brodo, sale, olio extra vergine di oliva, peperoncino

Preparazione

  1. Tagliate la cipolla e mettetela in un tegame con un po’ di olio extra vergine di oliva, lasciandola ammorbidire lentamente per circa 20 minuti. Aggiungete il manzo a pezzi e lasciate cuocere per circa 15 minuti.
  2. Unite la paprika, mescolate e fate cuocere per 1 ora.
  3. Aggiungete il peperone e la carota a pezzetti, salate, bagnate con un po’ di brodo e fate cuocere per altri 40 minuti.
  4. Infine, aggiustate il sapore con un pizzico di peperoncino a piacere e servite con patate bollite o polenta.

 

Gulash

La versione con glutine del Gulash

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

Le Polpette di soia e zucca sono un simpatico antipasto, che è quel piatto sfizioso a cui è difficile rinunciare, una portata che arriva quando la fame comincia a farsi sentire e prepara al pasto imminente. Ecco perché deve essere certamente appetitosa ma, al tempo stesso, equilibrata per non appesantire e permettere di gustare pienamente le portate sucessive.

Le Polpette di soia e zucca soddisfano tutte queste caratteristiche: sono leggere, sane e gustose. E per continuare a divertitvi con le polpette, immergetevi nella sezione Polpettando.

La ricetta delle Polpette di soia e zucca

carboidrati 12,20 g per 100 g

Ingredienti

  • 300 g zucca cotta al forno
  • 150 g soia gialla cotta
  • 50 g pangrattato**
  • 30 g porro
  • prezzemolo, olio extra vergine di oliva, sale, pepe e noce moscata

**Prodotti specifici per celiaci

Preparazione

  1. Affettate il porro sottile e mettetelo in una padella con un filo d’olio, rosolatelo e aggiungete la soia e la zucca. Profumte con le erbe e le spezie, aggiustate di sale e frullate il tutto in un robot.
  2. Formate delle polpettine (a noi ne sono venute circa 14) e passatele nel pangrattato. Fate dorare in una padella antiaderente con un filo d’olio, quindi servite il tutto accompagnandolo con verdure fresche.

Polpettine-di-soia-e-zucca-senza-glutine-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine delle Polpette di soia e zucca

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.

 

Lo sapete, noi il freddo amiamo combatterlo anche a tavola con piatti ricchi di sapore e capaci di scaldare anche le giornate invernali più rigide e la Ribollita è sempre una delle prime scelte.

Ecco il nostro consiglio odierno, un grande classico in arrivo dalla tradizione gastronomica toscana: la Ribollita, una specialità irresistibile preparata con ingredienti semplici e genuini, come vuole la sua storia contadina.

E la Ribollita è talmente buona che conquisterà anche i più ostinati detrattori delle verdure, proprio come la Fantasia di verdure gratinate.

La ricetta della Ribollita

carboidrati 3,25 g per 100 g

Ingredienti

  • 400 g fagioli cannellini in scatola*
  • 200 g carota
  • 180 g zucchina
  • 150 g cavolo nero
  • 150 g verza
  • 150 g patata
  • 100 g cipolla
  • 100 g porro
  • 70 g erbette
  • 300 g pomodori ben maturi oppure passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche
  • 1 patata
  • sale, acqua, olio extra vergine di oliva
  • crostini di pane**

**Ingredienti specifici per celiaci

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione della Ribollita

  1. Lavate e tagliate a pezzetti le verdure. Mettete un filo d’olio in una grossa pentola, aggiungete cipolla e porro (fate appassire), poi carota, patata, zucchina, verza, cavolo nero, erbette e pomodori.
  2. Coprite con acqua (circa 2 litri) e aggiungete il sale; preparate un mazzetto di erbe legato con uno spago e aggiungetelo alle verdure; infine, unite anche l’aglio. Lasciate cuocere a lungo, aggiungete i fagioli e proseguite la cottura.
  3. Quando le verdure sono perfettamente cotte, mettete da parte 1/3 delle verdure e frullate il resto.

ricetta-ribollita-uno-chef-per-gaia

4. Servite la zuppa con fette di pane raffermo e un filo d’olio crudo.

ricetta-ribollita-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine della Ribollita

La ricetta contiene solo ingredienti naturalmente senza glutine, mentre dovrete eventualmente sostituire i crostini di pane senza glutine con crostini di pane convenzionale.

Le temperature miti e le giornate soleggiate sembrano non volerci ancora lasciare – meno male aggiungiamo noi – ed anche a tavola desideriamo continuare a gustare cibi saporiti ma freschi, che siano in grado di ricordarci la leggerezza delle vacanze.

Ecco perché la ricetta che prepareremo oggi è esattamente quello che fa per voi: sfiziosa, facile e perfetta come piatto unico accompagnato da un po’ di verdura fresca. Se amate l’abbinamento tonno e verdure, guardate anche il Riso basmati al curry con tonno e verdure.

Rimboccatevi le maniche e prepariamo insieme il Polpettone di tonno seguendo il video passo a passo!

La ricetta del Polpettone di tonno

carboidrati per 100 g trascurabili

Ingredienti

  • 400 g tonno all’olio in scatola
  • 50 g olive verdi denocciolate
  • 2 albumi
  • 20 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 g capperi sotto sale
  • 20 g filetti di acciuga
  • 1/2 buccia grattugiata di limone
  • olio extra vergine di oliva, olive, prezzemolo

Preparazione

  1. Sgocciolate il tonno e mettetelo in un frullatore o robot con capperi, filetti di acciuga, olive, parmigiano, albumi e buccia di limone. Frullate il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo.
    Prendete un foglio di carta forno, bagnatelo e strizzatelo, quindi stendetelo e versatevi sopra il composto di tonno formando un cilindro. Avvolgetelo con la carta e chiudete le estremità con spago o gancetti di metallo.
  2. Fate cuocere il polpettone in una pentola di acqua bollente a fuoco basso per circa 45 minuti.
    Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  3. Nel frattempo mettete alcune olive ed il prezzemolo in un frullatore insieme a qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva, quindi frullate in modo da ottenere una salsa grossolana.

polpettone-di-tonno-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

4. Affettate il polpettone e servitelo con la salsa di olive e prezzemolo.

polpettone-di-tonno-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

La versione con glutine del Polpettone di tonno

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede alcun adattamento per la versione con glutine.

Si sa, le verdure sono ricche di sali minerali e sono uno di quei cibi sani che fanno bene, ma non sempre a tutti piace mangiarle al naturale…soprattutto ai bambini. In realtà ci sono tanti modi per renderle più appetitose e fare in modo che diventino uno snack da gustare per una pausa oppure anche come sfizioso aperitivo.

Noi le abbiamo immaginate con una saporita Crème fraîche.

E se siete amanti del Pinzimonio, dovete scoprire cosa è il Radimonio!!!!

La ricetta della Crème fraîche

carboidrati trascurabili per 100 g

Ingredienti per la salsa

  • 1 confezione di crème fraîche
  • 40 g porro
  • 3 gambi di erba cipollina
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine di oliva, sale e pepe

Ingredienti per il pinzimonio

  • carote
  • zucchine piccole
  • peperone giallo e rosso
  • rapanelli
  • patate bollite

Preparazione

  1. Affettate il porro molto sottile e tritatelo accuratamente. Mettete un filo d’olio in un tegame e versatevi il porro e lo spicchio d’aglio intero e pelato. Lasciate soffriggere il porro, aggiungendovi un goccio d’acqua e lasciate cuocere molto lentamente per almeno 30 minuti. Quando il porro sarà perfettamente cotto e morbido, fatelo asciugare bene sul fuoco e rimuovete l’aglio.
  2. Mettete la crème fraîche in una ciotola e conditela aggiungendo il porro cotto, l’erba cipollina tritata, sale e pepe a piacere; mescolate bene e lasciate riposare.

ricetta-creme-fraiche-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

ricetta-creme-fraiche-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando
3. Preparate le verdure per il pinzimonio tagliate a piacere.

ricetta-creme-fraiche-uno-chef-per-gaia-ph-chiara-marando

4. Servite le verdure in contenitori separati e la crème fraîche in una ciotola unica in cui intingere le verdure oppure in contenitori singoli per ogni commensale.

Lo sapete, ci piace sperimentare sempre ricette nuove e sfiziose, per questo oggi vi proponiamo un’idea golosa per rendere ancora più piacevole l’appuntamento con la tavola: le Girelle di farinata.

Perfette come antipasto o secondo piatto, sono la soluzione per dare quel tocco in più alla classica, e sempre piacevole, farinata.

Provate a prepararla con noi!

La ricetta delle Girelle di farinata

carboidrati 21 g per 100 g di farinate non farcite

Ingredienti per le farinate

  • 300 g acqua
  • 150 g farina di ceci*
  • sale, pepe e olio extra vergine di oliva

Ingredienti per la farcitura

  • provolone a fette
  • prosciutto crudo o cotto
  • insalatina

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete la farina di ceci in una terrina e versatevi sopra l’acqua lentamente, mescolando continuamente con una frusta in modo che non si formino grumi. Lasciate riposare la farina per 6-7 ore.
  2. Fate scaldare una padellina antiaderente da crepes con un filo d’olio extra vergine di oliva. Ricoprite il fondo della padellina con uno strato di pastella di farina di ceci e lasciate cuocere la frittatina fino a quando risulterà ben dorata; giratela con l’aiuto di una spatola e lasciatela dorare anche sul secondo lato.

girelle-di-farinata-uno-chef-per-gaia-foto-chiara-marando

3. Farcite le farinatine adagiando uno strato di insalatina, coprite poi con le fette di provolone e, infine, con il prosciutto. Arrotolatele ben strette, quindi tagliate delle fette di 1-1,5 centimetri di spessore e fermate il rotolino con degli stuzzicadenti. Ora le Girelle di farinata sono pronte da servire.

girelle-di-farinata-uno-chef-per-gaia-foto-chiara-marando-1

Nota: per mettere a bagno la farina di ceci, verificate le proporzioni indicate sul sacchetto della farina: possono variare a seconda della farina di ceci utilizzata!

La versione con glutine delle Girelle di farinata

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede nessun adattamento per la versione con glutine.

Aspettavamo l’Estate? Bene, con lei è arrivato anche il temuto caldo! E per combatterlo vi consigliamo un piatto semplice, fresco e molto gustoso, un grande classico a cui abbiamo aggiunto il nostro tocco personale: Insalata di polpo e ceci al balsamico, un mix perfetto tra pesce, verdura, legumi e leggerezza.

Se amate le insalate, provate anche l’Insalata di legumotti con cipolla di Tropea caramellata.

Ecco cosa vi serve per prepararla!

La ricetta dell’Insalata di polpo e ceci al balsamico

carboidrati 6,71 g per 100 g

Ingredienti

  • 1 kg polpo fresco, eviscerato (500 g cotto)
  • 230 g ceci cotti (io ho usato i ceci in scatola*)
  • 200 g pomodori
  • 1 gambo di sedano
  • 2 piccole carote
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine di oliva, sale, Aceto Balsamico di Modena, prezzemolo

*Ingredienti per i quali verificare l’assenza di glutine in etichetta o sul Prontuario AIC

Preparazione

  1. Mettete il polpo in una padella dai bordi leggermente alti, aggiungete acqua in modo che sia coperto per oltre metà, quindi completate con un gambo di sedano, le carote, il prezzemolo, la cipolla e l’aglio; coprite e fate cuocere a fuoco lento per 45 minuti.

Insalata-di-polpo-e-ceci-al-balsamico-blog-uno-chef-per-gaia

2. Una volta pronto, scolatelo e lasciatelo intiepidire; togliete la maggior parte della pelle, tagliatelo a pezzetti ed aggiungete poi i ceci ed i pomodori tagliati a pezzi.

3. Condite a piacere con un pizzico di sale, olio extra vergine e Aceto Balsamico di Modena. Noi abbiamo aggiunto il prezzemolo solo come decorazione, ma è possibile metterne una spolverata anche nel condimento dell’insalata.

Insalata-di-polpo-e-ceci-al-balsamico-blog-uno-chef-per-gaia

La versione con glutine dell’Insalata di polpo e ceci al balsamico

La ricetta è naturalmente senza glutine, quindi non richiede adattamenti per la versione con glutine.